Cata e i Misteri della Sfera: tutte le dichiarazioni dalla conferenza stampa con Micaela Riera

Cata e i Misteri della Sfera: la protagonista Micaela Riera ha incontrato la stampa oggi a Milano...


Si è tenuto oggi a Milano un incontro con Micaela Riera, protagonista di Cata e i Misteri della Sfera, la serie di Disney Channel in onda dal 26 maggio scorso e ormai diventata un appuntamento irrinunciabile per le nuove generazioni teen. Novanta episodi già andati in onda in Italia e una seconda stagione in lavorazione. Il segreto del suo successo è il mix tra elementi soap e fantasy, come ha spiegato Elisabeth De Grassi, direttore dei programmi per la Walt Disney Television Italia:

Schermata 2014-07-15 alle 14.31.43


Disney Channel è il canale preferito dai bambini in Italia tra i 6 e i 12 anni, soprattutto dalle bambine che hanno ormai il 113 in automatico quando accendono la tv. Per loro personaggi come Cata sono dei veri amici, hanno un rapporto molto stretto con i protagonisti delle nostre serie. Uno dei meriti che i bimbi ci riconoscono è che Disney Channel è sempre stata la prima a lanciare successi: da Hannah Montana a Zac e Cody. I primi a fare musical con High School Musical, i primi a fare le soap con Il Mondo di Patty e Violetta. Ora lanciamo il genere soap mistery che è del tutto innovativo perché unisce due generi totalmente differenti tra loro. In questa serie c'è un mix molto ben riuscito di soap e mistery, un mistery che si tinge quasi di thriller. Uno dei segreti di Cata è che i due ragazzi che vivono con lei e che dovrebbero essere suoi cugini, in realtà arrivano da un’altra dimensione. Uomini potenti vogliono prendere il loro segreto per fini loschi e Cata li deve difendere. Lei è un personaggio molto positivo: Cata è sicura di sé, sa esattamente che cosa vuole. Come molte eroine Disney ha perso la mamma, ha avuto sfortune, ma non si arrende e va avanti: è determinata a salvare la vita dei due cugini gemelli. Rispetto alla media, i personaggi sono un po’ più grandi in Cata e i Misteri della Sfera. Il fidanzato di data guida la macchina, per dire. Ci rivolgiamo a un target sui 12-13 anni. Una fascia di età che ancora i genitori vorrebbero vedere protetta.

Protagonista della conferenza è stata, inevitabilmente, Micaela Riera che si è detta entusiasta di questo suo impegno televisivo:

Mi è piaciuto molto girare la serie e interpretare Cata. Ho lavorato con gruppi molto affiatato di attori e equipe tecnica. Mi somiglia molto come personaggio perché facciamo entrambe quello che ci piace, abbiamo ottimi amici e amiamo la nostra famiglia. Ma una differenza c'è: lei ha più forza di me, io devo spronarmi spesso per convincermi a non mollare quando le cose vanno storte!

Durante la conferenza abbiamo scoperto che Micaela ha origini anche italiane...

Ho origini italiane, ho un nonno calabrese e uno piemontese. Moltissimi italiani sono venuti in Argentina negli anni passati, ma non solo: ci sono anche i tedeschi, ahimè...

Progetti per il futuro?

Io voglio fare l’attrice, in questa fase della mia vita canto e ballo. Ma quello che mi piace e che mi fa dimenticare ogni altra cosa è recitare.

  • shares
  • Mail