La7, Lucio Presta contro Urbano Cairo

Il caso Rita Dalla Chiesa alla base dello scontro, finora tenuto abbastanza sottotraccia, tra Presta e Cairo.

"Beppe Caschetto è il più bravo agente d'Italia e uno se vuole entrare in contatto con gli artisti più importanti sulla piazza, parla con lui". Anche queste parole non devono essere piaciute a Lucio Presta, che si è visto declassare da Urbano Cairo. L'editore di La7 nel corso della presentazione dei palinsesti della rete parlando dell'agente di Giovanni Floris (ma anche di altri volti di La7, come Corrado Formigli) ha detto:

Il rapporto con Caschetto è molto positivo, è il più bravo agente d'Italia e uno se vuole entrare in contatto con gli artisti più importanti sulla piazza, parla con lui. Ha ancora molti artisti anche a Mediaset e alla Rai. Tra noi c'è stato un inizio in cui, come dire, ci siamo dovuto conoscere, ma adesso il nostro rapporto è eccellente. Non mette bocca sul palinsesto.

Sarà un caso ma Presta poco dopo ha commentato con una velenosa battuta su Instagram una foto di Cairo pubblicata da Alessandra Menzani del quotidiano Libero. Alla didascalia scritta dalla giornalista 'mi aspetto che presto o tardi dica "ghe pensi mi" (con allusione alla presunta somiglianza di Cairo con Berlusconi), il marito di Paola Perego ha replicato con un sarcastico "il problema è: pensa?".

lucio presta

Alla base del litigioso rapporto tra Presta e Cairo c'è il caso Rita Dalla Chiesa, la conduttrice (assistita da Presta) che alla fine della scorsa stagione decise di lasciare Mediaset per approdare a La7 dove l'aspettava un contenitore pomeridiano, cassato da Cairo prima che andasse in onda.

Le parole pronunciate oggi da Cairo devono aver fatto il resto, irritando l'agente che "prima si vendico e poi perdona", come si presenta su Twitter.

lucio presta1

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: