Orange is the new black, la prima stagione su Mya slitta a settembre (ma subito dopo partirà la seconda)

Mya di Mediaset Premium ha deciso di mandare in onda Orange is the new black a settembre, facendo slittare la messa in onda del telefilm, ma subito dopo trasmetterà anche la seconda stagione della serie tv

Slittamento per l'arrivo in Italia di Orange is the new black: dopo aver annunciato (giustamente) con orgoglio nelle scorse settimane la partenza a giugno del drama di Netflix, Mya di Mediaset Premium ci ha ripensato ed ha preferito aspettare settembre per mandare in onda la prima stagione della serie tv che ha ricevuto ottime critiche ed è diventata il fenemeno della scorsa estate.

"Il debutto di Orange Is The New Black su Mya avverrà a settembre poiché, vista l’alta qualità di questa serie, abbiamo deciso di puntare su di essa come opening title della stagione autunnale del canale", ha detto Geraldina Neri, channel manager di Mya, che aggiunge che per farsi "perdonare" il canale manderà in onda subito dopo la fine della prima stagione anche la seconda, che in America sarà rilasciata da Netflix il prossimo mese:

"Crediamo che il nostro pubblico apprezzerà la scelta poiché proporremo consecutivamente alla prima stagione la seconda a partire dai primi di novembre per una full immersion in quello che è sicuramente uno dei prodotti seriali più interessanti, intelligenti e divertenti della stagione americana che si sta chiudendo in questi giorni".

Orange is the new black

Mya, quindi, ha deciso di aprire il mese di settembre con uno dei titoli più attesi del suo catalogo, invece di chiudere questa stagione e preferire, eventualmente, la messa in onda della seconda stagione in autunno. Ad ogni modo, i telespettatori potranno così assistere a tutte le puntate già prodotte senza pause, anche se dovranno aspettare più del previsto.

Orange is the new black ha debuttato l'anno scorso, ottenendo ottime critiche e diventando un fenomeno di cui per il resto della stagione ha parlato la stampa: lo show, tratto dal libro autobiografico "Orange Is the New Black: My Year in a Women's Prison" di Piper Kerman e creato da Jenji Kohan, racconta della decisione di Piper Chapman (Taylor Schilling) di scontare quindici mesi in un penitenziario femminile per aver aiutato, in passato la fidanzata Alex Vause (Laura Prepon) nel trasportare i soldi derivati dallo spaccio di droga. Una volta in prigione, la protagonista scoprirà che la detenzione non è facile come pensava che fosse, e che le donne detenute hanno un passato che non hanno dimenticato.

Se per la pay-tv, quindi, si annuncia una partenza in grande stile per settembre, difficile dire quando Orange is the new black andrà in onda in chiaro, così come incerto è il canale di messa in onda: per noi la rete migliore per un prodotto ricco di tematiche femminili ma con un linguaggio poco adatto al pubblico della generalista potrebbe essere La 5, che in passato ha già trasmesso Shameless, altra serie tv il cui linguaggio e personaggio "forti" ne hanno fatto un successo.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: