Anna Maria Malipiero (Rebecca di Vivere) su Tvblog

anna maria malipiero vivereSiamo ormai alla vigilia della nuova sfida di Vivere, che dopo tanti anni ritorna in fascia pomeridiana. Ma, a quanto pare, qualcosa è cambiato nei piani di palinsesto. Si dà il caso, infatti, che il doppio appuntamento previsto in questo cambio di collocazione sia stato annullato per non ridurre la durata di Tempesta d'Amore (e forse anche per non scontrarsi con le temibili repliche di Orgoglio). Insomma, Vivere andrà in onda alle 14.45 per mezz'ora al giorno e non più per un'ora come era stato annunciato.
A raccontarci cosa si prova ad andare in onda di pomeriggio, in questo caso per la prima volta, è Anna Maria Malipiero, approdata nel cast della soap quando già andava in onda alle 12.30. La sua Rebecca Sarbi promette scintille con il redivivo Lorenzo Ciompi... mentre Anna Maria sembra non aver preso troppo bene l'addio del vecchio Andrea... quello interpretato da Edoardo Sylos Labini.

Nel suo caso, Vivere al pomeriggio è davvero la prima volta... Come vive questa nuova sfida?

"Bisogna aspettare. Hanno preso questa decisione e speriamo che funzioni. Il tempo darà ragione per queste scelte. Io ho iniziato che era già alle 12.30. Per me è una cosa nuova. Spero vada bene e credo sia la speranza di tutti"

Tra tanti abbandoni più o meno volontari, lei è una delle conferme del nuovo corso di Vivere. E' stata solo una sua scelta quella di continuare o gli sceneggiatori hanno insistito nel voler puntare sul suo personaggio?

"Io ancora non ho deciso di smettere. E gli sceneggiatori a loro volta hanno confermato il mio personaggio. Questo fa piacere. Interpreto il ruolo di Rebecca Sarpi da ormai cinque anni e ha sempre avuto una grande visibilità. Piace alla gente, è un personaggio che funziona. In genere i cattivi sono sempre stati vincenti nelle soap"

Ci sarà un'evoluzione in Rebecca Sarpi? Quale sarà il suo destino?

"Rebecca quando è entrata in Vivere era estremamente cattiva. Tutti i caratteri all'inizio sono fortemente esasperati, specialmente quelli negativi. Ultimamente Rebecca non era poi così tanto cattiva, ha avuto un sacco di problemi, la cecità, il carcere, le difficoltà sul lavoro. Adesso vedrete Rebecca ancora più agguerrita, non so se meno cattiva. Di certo le ho dato un po' di Annamaria ed è diventata un personaggio più umano"

Possiamo confidare nel ritorno di suo fratello Danilo, interpretato da Edoardo Velo? Tra voi c'era un rapporto intrigante e il pubblico amava molto i vostri battibecchi familiari...

"Che io sappia non è previsto un suo ritorno. Ma mi farebbe estremamente piacere perchè Rebecca è sola, non ha una famiglia. Mi è dispiaciuto perdere questo rapporto di complicità che era funzionale al mio personaggio. E' stata una grossa perdita"

Interpretare il ruolo di una cattiva ha un peso sulla sua vita privata?

"Assolutamente no. Nel lavoro sono Rebecca, nella vita di tutti i giorni sono Annamaria. Certo, ho dato un po' di Annamaria al mio personaggio, ma ho preso spunto anche da Rebecca per certi aspetti. Tendenzialmente sono una persona buona e sensibile, con certi valori. E invece a volte ho imparato che bisogna imporsi e farsi rispettare"

Cosa si prova a recitare con un nuovo Andrea a cui non era preparata? Lei ha iniziato con Edoardo Sylos Labini e da un giorno all'altro si è trovata di fronte il suo predecessore, Lorenzo Ciompi...

"Mi è dispiaciuto tanto perchè si era creato un bel rapporto con Edoardo Sylos Labini. All'inizio non è stato facile. Abituata a lavorare con Sylos, trovarmi con un Gherardi diverso è stato come recitare con un altro personaggio. In quel momento per me non era Andrea Gherardi, ma un'altra persona. Ho dovuto lavorare su questo cambiamento. Ho incontrato qualche difficoltà, devo ammetterlo. Ormai sono passati diversi mesi e mi sono abituata a questa sostituzione. Anche se mi manca tanto il nosttro Sylos"

Per quale altro attore del cast, alla luce delle recenti dipartite, prova un po' di nostalgia?

"Con tutti mi sono trovata molto bene. Degli ultimi mi è dispiaciuto molto per Brando Giorgi, che è stato un partner ideale in questi anni. Sono contenta per lui, ha fatto una scelta giusta in un momento importante per la sua carriera. Poi mi manca molto Mavi Felli"

Quali sono i suoi progetti per il futuro?

"Io spero un domani di poter lavorare con gli stessi miei colleghi, con cui si è creato un affiatamento notevole in cinque anni. Ad esempio fare un'altra fiction con Brando Giorgi. In ogni caso, ritrovarli e condividere nuove esperienze assieme nell'ambito della recitazione!"

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: