Maurizio Crozza a Ballarò del 14/02/2012 (Video)

Nella prima serata di Sanremo non mancano i riferimenti al Festival nemmeno nella consueta copertina satirica di Ballarò con Maurizio Crozza. D'altra parte il comico genovese si nutre di attualità, normale che parli delle canzoni di Sanremo quando scherza sul declassamento dell'Italia da parte di Moody's e vada a citare Celentano quando parla di "lunghe pause". Il monologo è aperto da una premessa in risposta a quanti su Twitter lo accusa di copiare alcune delle sue battute proprio attingendo dai tweet degli utenti.

Una prima replica, molto sarcastica, era già stata recapitata a mezzo stampa, stavolta invece pur ironizzando Crozza garantisce di non avere mai copiato, ma è normale che battute con "nevica ogni morte di Papa" siano state "pensate da tante persone": "vi pare che io che faccio il comico di mestieri non ci abbia pensato?".

In qualche modo Crozza ci dà ragione, a noi che avevamo sostenuto fossero battute semplicemente banali e per questo così inflazionate su Twitter. La chiusura della premessa, prima di dare il via vero e proprio ad un monologo in verità non esaltante "interpretazione" dell'architetto Fuffas a parte, è una stilettata per gli utenti del social network:

Non state troppo davanti a Twitter, rischiate di rimanere ciechi.