Il generale dei briganti: su Raiuno la fiction su Carmine Crocco, con Daniele Liotti

Il generale dei briganti
Prima dell'abbuffata sanremese, Raiuno propone una fiction in prima tv, questa sera alle 21:30 e domani alle 21:10. Stiamo parlando de "Il generale dei briganti", film-tv in due puntate che, nell'ambito delle celebrazioni per il 150esimo dell'Unità d'Italia (ricordato anche con la fiction "Anita", andata in onda lo scorso mese), raccontano una storia poco nota ai più, quella del brigante Carmine Crocco.

Interpretato da Daniele Liotti, Crocco era un pastore lucano che si arruola nell’esercito borbonico per sottrarsi alla fame ed alla miseria. Deciso a sposare la donna che da sempre ama, Nennella (Raffaella Rea), diserta l'obbligo militare e da Napoli torna a Rionero del Vulture del sposarla. Dopo aver scoperto, però, che la donna è già diventata moglie dello scrivano del paese, Antonio (David Coco), cresce in lui la rabbia e la voglia di vendetta.

Ad attenderlo, un'altra brutta notizia: la sorella Rosina (Larissa Volpentesta), infatti, ha subito un'aggressione ed è stata ferita in volto da Ferdinando Guarino (Vincenzo Alfieri), figlio del Conte Ludovico (Massimo Dapporto) che incute da sempre timore in paese, oltre che essere già stato causa di sofferenza per la famiglia di Carmine.

Il generale dei briganti
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno

Sua madre, infatti, non ha sopportato i soprusi del Conte, fino a dover essere ricoverata a Napoli, dove viene assistita dal medico Mariano Aiello (Danilo Brugia) e Giuseppina (Christiane Filangieri), figlia del Conte Guarino. Proprio durante una delle visite alla madre, Carmine conosce Mariano: tra i due nasce un'amicizia che tornerà utile quando il medico chiederà ai briganti un aiuto nel lottare per i suoi ideali antiborbonici.

Carmine, infatti, per sfuggire alla pena che tocca ai disertori, si unisce ad un gruppo di briganti, guidato da Ninco Nanco (Fabio Troiano) e Caruso (Massimiliano Dau). Con loro, il protagonista inizierà a lottare per l'Italia unita, spinto anche dalla promessa di amnistia fatta da Garibaldi (Thierry Toscan).

Attraverso la tecnica del mordi e fuggi, per cui i briganti attaccano all'improvviso e poi spariscono tra i boschi, inizia l'ascesa di Carmine che, presto sarà riconosciuto come "Generale dei briganti". Il suo successo, però, durerà poco: le promesse non saranno mantenute e, una volta unita l'Italia, Carmine dovrà ancora fuggire per evitare di essere catturato da chi lo considera un criminale.

Oltre la Storia, "Il generale dei briganti" racconta anche del'amicizia di due uomini, uniti da degli ideali che cambieranno il corso dell'Italia, e delle loro storie d'amore, entrambe tormentate e ricche di ostacoli. Paolo Poeti, anche regista della fiction, ha scritto il soggetto con Antonio Ferraro e la sceneggiatura con Giovanna Koch.

I tre hanno cercato di rendere la storia di Crocco (che subisce delle modifiche rispetto all'originale) accattivante anche oltre il fascino del periodo storico in cui la vicenda è ambientata, raccontando una storia d'umanita, amore e tradimenti, modernizzandola laddove possibile. "Il generale dei briganti" è prodotta da Raifiction con Ellemme Group.



Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno
Il generale dei briganti, la fiction di Raiuno

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: