Roberta Lanfranchi contro tutte

roberta lanfranchi vanity fairRoberta Lanfranchi come non l'avete mai vista. Cattivissima. Chi se lo sarebbe mai aspettato, dalla brava ragazza acqua e sapone che, consacrata dalla gara di Music Star, ha ritrovato un suo posto in tv a Piazza Grande, al fianco del Magalli nazionale dal 11 settembre su Raidue, in più promossa a gennaio con una prima serata?
Sulle sue promettenti doti, rimaste inespresse e spesso svalutate, mi ero già pronunciato in passato.
Quel che non avrei mai immaginato, ma di cui resto piacevolmente sorpreso, sono le scottanti dichiarazioni rilasciate in un'intervista al vetriolo, come prevedibile, su Vanity Fair (e ancora una volta non è un caso se tutti raccontino le vacanze da un'altra parte e si sbottonino qui).
La nota ex-velina, la cui ultima esperienza televisiva risale al sabato sera con Claudio Amendola, sfoga con Candida Morvillo (e chi, se no?) anni di ingiustizie e pregiudizi sul suo conto, che ne hanno visto la reputazione artistica ridursi all'immagine un po' sprecata di pensionata e accasata. Senza più pretese o il diritto di una carriera in ascesa che avrebbe potuto farne una vera primadonna. Quel che rende il suo appello encomiabile e, soprattutto, fuori dal coro delle polemiche pretestuose di più inutili colleghe è il coraggio di fare i nomi e cognomi. Perchè, proprio ora che ne è stato riconosciuto il valore nè rischia di passare per una velenosa senza nè arte nè parte, la Lanfranchi si può permettere di essere spietatamente schietta. Ecco i bersagli delle sue più legittime critiche (se devo dire la mia, invidio tanto Pino Insegno perchè la sua sì che è una donna vera... con gli attributi!).

Elena Santarelli: "E vada quando al posto mio hanno preso in una fiction Elena Sofia Ricci, che è una professionista. Se vieni lasciata a casa da una che va al provino dicendo che manco lo vuole fare... allora mi rode. Quella dell'Isola dei Famosi. Il provino era per Carabinieri. Volevano lei, perchè in quel momento era molto in vista. Poi ci sono stati problemi. Allora hanno scelto Francesca Chillemi, l'ex Miss Italia. Famosa o no, e per quale motivo, non è importante. Dovrebbe essere importante che uno abbia studiato recitazione".

Ilary Blasi: "In un mondo perfetto non ti troveresti a guardare Ilary Blasi che conduce il Festibalbar e a chiederti: perchè?".

Cristina Chiabotto: "Come la Blasi, non mi sembra che sia brava neanche Cristina Chiabotto. Non parla italiano. Si mangia le parole. E' poco rispettoso per chi ti guarda se non ti fai capire. Fa' tre mesi di dizione. Che ti costa? Ha vinto un programma ballando, lì è stata brava, ma questo non vuol dire che possa presentare una trasmissione. E guardi che io il lavoro ce l'ho, questo cose le posso dire senza timore di passare per sfigata invidiosa".

Caterina Balivo & Eleonora Daniele: "Lorella Cuccarini aveva un contratto però la Rai l'ha lasciata a casa. Già. Facendo lavorare ragazze venute da Miss Italia come Caterina Balivo o dal Grande Fratello come Eleonora Daniele... Ma io continuo a fidarmi".

Martina Stella: "Mi hanno sbattuto la porta di Love Bugs, la sit-com di Italia1. Ci tenevo tantissimo. Dopo Michelle Hunziker continuavano a dirmi che mi volevano, e non se ne faceva mai niente. Hanno preso Elisabetta Canalis, con lei l'audience è scesa. Per la terza serie mi hanno richiamata. Hanno vista me, Sabrina Impacciatore, Stefania Rocca e Martina Stella. C'è stato subito feeling tra noi due. Erano tutti impazziti: 'Sei tu, sei tu, brava, perfetta, non firmare per il teatro'. Intanto che aspettavo hanno fatto sapere al mio agente che anche la Stella era andata malissimo. Poi che non era andata tanto male. Poi che era stata brava. Da che ero io al 90 per cento e lei al 10, siamo finite lei al 60 e io al 40. Martina lavora a prescindere. E comunque la sit-com è stata rinviata".

  • shares
  • Mail