I debiti di Endemol: Mediaset (e non solo) deve decidere cosa fare

I nodi stanno venendo al pettine, la situazione debitoria di Endemol non è migliorata, i 2,2 miliardi euro da rifondere ai creditori sono ancora lì e per i tre soci al 33%, Mediaset, Goldman Sachs e Cyrte Investments (il fondo a cui partecipa John De Mol, fondatore storico della società) è arrivato il momento delle decisioni. C'è un mese di tempo, poi una delle alternative andrà percorsa.

Mediaset, che controlla la società, deve decidere se esporsi ulteriormente facendo salire la sua quota di partecipazione o accettare di finire in minoranza. A detenere il debito ci sono diversi hedge funds oltre che istituto di credito come RBS e Barclays, che potrebbero entrare nell'azionariato convertendo i titoli in loro possesso.

Stando alle voci Mediaset sarebbe fra i tre soci attuali quella più interessata a comprare il debito sottoscrivendo, di fatto, un aumento di capitali, ma la posizione di Cyrte è ancora poco chiara mentre Goldman Sachs punterebbe piuttosto ad uscire cercando di ridurre al minimo i danni. L'ultima soluzione sarebbe quella di affidarsi a nuovi soci, pronti ad entrare sempre acquistando il debito di Endemol, ed in prima fila ci potrebbe essere sempre l'inglese Itv, già segnalata dalle cronache recenti come interessata all'acquisto.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: