La 7 - Stasera torna L'Infedele condotto da Gad Lerner


Dopo la pausa estiva torna in onda su La 7 L'Infedele, appuntamento con l'approfondimento condotto da Gad Lerner. Il programma, giunto alla sua decima edizione, continua a muoversi ai margini dei palinsesti delle generaliste con ascolti in linea con la rete. Non c'è una marcia in più in quanto a risultati, ma la conduzione di Lerner e la scelta di ospiti non allineata con quella dei classici talk show d'approfondimento rendono la trasmissione una valida alternativa a Ballarò e all'ormai defunto Annozero. Sempre se il giornalista, d'ora in avanti, eviterà le sterili, barbose e personalistiche polemiche sullo stile di quella con Ricci dello scorso anno.

Una delle situazioni più critiche per l'economia mondiale ed italiana, combinata con scandali che continuano a scuotere i palazzi del potere se qualcuno ne desse realmente conto sui media, non è stata fino ad ora "raccontata" dalla nostra televisione (se si escludono i telegiornali). L'avvio della stagione di trasmissioni come L'Infedele può contribuire a risolvere questo paradosso.

La puntata di stasera, la prima, ha un titolo eloquente: "La Manovra della disperazione". In studio fra gli altri Pietro Modiano, Maurizio Landini, Marcello De Cecco, Guido Crosetto, Massimo Mucchetti e Nunzia Penelope.

Più che una manovra sembra una danza sull’orlo della bancarotta. A condurla sono governanti di cui ormai sappiamo le barche, le Ferrari e le case in nero. Sono custodi affidabili del nostro debito pubblico? Chi pagherà, e a chi, 24 miliardi in più l’anno prossimo? Perché escludono una tassa sui patrimoni dei super-ricchi? Serve a qualcosa lo sciopero generale della CGIL?

Insomma, si parlerà anche dello sciopero generale, in quanti ne sapevano qualcosa prima che oggi i TG cominciassero a diffondere le informazioni sugli orari di astensione dal lavoro dei dipendenti del trasporto pubblico?

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: