La Giostra sul Due: RaiDue "in terrazza" dal 2 agosto. Valerio Merola: "Sono tra i migliori conduttori italiani"

valerio merolaDopo aver chiarito la sorte di Ricchi di energia, è il turno del ritorno televisivo (dai nostri lettori indesiderato) di Valerio Merola. Viene subito da chiedersi se certi programmi, dai debutti incerti, siano a gentile richiesta del telespettatore o unicamente a beneficio del conduttore. Niente più Italia sul Due Estate (o Restate sul Due, che dir si voglia) per il Merolone, ma La Giostra sul Due, ovvero erede estivo di Matinée nella fascia 11.30-13.00. A ufficializzarlo oggi è il quotidiano Il Giorno, a cui Valerio Merola rilascia una delle tante interviste che lo vedono sui giornali questa settimana. Ha parlato a chiunque per promuovere il suo ritorno: Gioia, Tv Oggi, Vanity Fair...

A Vanity Fair, con tanto di lancio in copertina, Merola non conferma né smentisce una delle voci che lo vogliono personaggio di punta della prossima stagione tv, addirittura come prossimo conduttore della Vita in diretta al posto di Lamberto Sposini. E, anche sulla presenza al suo fianco di Ingrid Muccitelli, quotatissima nel mondo del gossip sui piani alti, dice di "averne sentito parlare anche lui, ma che non è ancora sicuro":

"Insomma, il conduttore sono io. Ingrid, o chi per lei, mi affiancherà. Magari saranno più di una. Lei l'ho vista qualche volta in tivù e ci avrò scambiato si e no dieci parole. Le relazioni con i potenti non conviene pubblicizzarle, diventano un ostacolo. E, comunque, non servono. Solo con il talento si arriva in alto, davvero. Quanto ai nomi fatti anche di Laura Barriales e Linda Santaguida non ne so niente. Il rinvio del programma, dal 26 luglio al 2 agosto, dipende dal fatto che ho fatto un intervento agli occhi per distacco della retina".

Merola aggiunge che ora vive a Montecarlo, perché "gli piace il posto" e non per motivi fiscali. E conferma di aver avuto un flirt con Bianca Berlinguer, "l'unica donna che avrebbe sposato". Ora il suo unico obiettivo è di "scrollarsi di dosso l'etichetta di Merolone, anche se è sempre meglio che Merolino".

Su Tv Oggi racconta qualche novità in più sul programma:

"Non saremo chiusi in uno studio televisivo, bensì trasmetteremo da una splendida terrazza davanti al mare calabrese (Squillace, provincia di Catanzaro). L'obiettivo è far sentire in vacanza anche chi è a casa, davanti al televisore".

E, alla domanda sul presunto legame tra il suo ritorno in Rai e lo sponsor della Lega, risponde:

"Ho conosciuto Renzo Bossi quando ho presentato Miss Padania. Aveva appena dieci anni e da quel giorno sono rimasto una sorta di fratello maggiore. Non gli ho mai chiesto un favore e se avessi davvero dovuto farlo, l'avrei fatto un po' prima, no? Io non mi occupo di politica, ma mi piace molto il contatto diretto con la gente che ha il movimento di Bossi".

Su Gioia l'egocentrico colpo di grazia:

"Io nasco conduttore. Non cantante-conduttore o principe-conduttore. Ho fatto gavetta, ho 25 anni di carriera, mi considero tra i primi cinque conduttori italiani. Lasciamo stare i mostri sacri: Baudo, Carrà, Mike, Vianello, alcuni poi non ci sono più. Nella mia categoria metto Conti, Frizzi, Scotti, quelli lì... Sono uno che crede al professionismo. Non ho mai fatto il Grande Fratello. E ho fatto l'Isola quando ancora si poteva chiamare 'dei famosi'. Oggi è disdicevole fare passare per vip certi personaggi come il cuoco. Io avevo una storia. E l'Isola fu un modo per rientrare in Italia dopo quattro anni di sparizione".

Quando si dice, un ritorno "a grande richiesta"...

  • shares
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina: