Contratto da 24 milioni di dollari con la Fox per Ryan Murphy: Glee potrebbe diventare un musical (e Charice si inietta il botulino per la seconda stagione)

Ryan Murphy"Glee" diverte, emoziona, fa venire voglia di cantare. Ma soprattutto, fa guadagnare chi l'ha creato. Ryan Murphy (foto), a cui si deve la serie evento della scorsa stagione televisiva (che in realtà ha scritto con Ian Brennan e Brad Falchuk) ha strappato alla 20th Century Fox, casa di produzione dello show, un contratto da ben 24 milioni di dollari per i prossimi 4 anni.

Il contratto non solo garantisce che il creatore di "Nip/Tuck" resti alla Fox per i prossimi anni anche per creare nuove serie, ma gli permetterà anche di guadagnare fino a dieci milioni di dollari in più all'anno, oltre ai 24 dell'accordo. Murphy, infatti, riceverà parte dei profitti della vendita dei cd dedicati alla serie e dei download online. Essendo il contratto retroattivo, per l'autore arriveranno altri guadagni anche grazie alla prima stagione dello show.

Non solo: Ryan Murphy (che, sempre secondo l'accordo, tornerà a dirigere al cinema Julia Roberts dopo "Eat, pray, love") avrà anche la possibilità di realizzare un musical a Broadway dedicato alla serie tv, che sarà sempre prodotto dalla 20th Century Fox. Aggiunto alla clausula per gli attori che prevede la produzione di tre film tratti dallo show, la "Glee Mania" sembra appena iniziata. Tant'è che, tra coloro che faranno parte della seconda stagione, c'è chi teme il confronto coi protagonisti e si è messo ai ripari.

Trattasi di Charice, la cantante filippina che entrerà nella seconda stagione nel ruolo di una studentessa straniera che farà ingelosire Rachel (Lea Michele). Sebbene il suo ruolo sia ridotto ad un certo numero di episodi, la cantante diciottenne ha deciso di farsi iniettare nel viso del botulino, per apparire al meglio e conquistare il pubblico.

Ripresa dalla tv filippina, la cantante si è sottoposta all'intervento che avrebbe permesso al suo viso di non apparire "più così tondo, ora è più sottile e fresco e si adatta meglio alla serie", stando alle parole della Dottoressa Vicki Belo (Fonte: "Corriere della Sera"). Criticata da buona parte dell'opinione pubblica, la cantante è convinta di quello che ha fatto: evidentemente "Glee" è una gallina dalle uova d'oro che non bisogna lasciarsi scappare.

[Via DeadlineHollywood]

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: