È successo in TV – 25 marzo 2010: Rai per una notte (VIDEO)

Oggi nel passato: l'evento mediatico senza precedenti condotto da Michele Santoro

Quello che vi raccontiamo oggi è un evento unico nel suo genere. Unico perché è il titolo stesso a farcelo capire: Rai per una notte. Il condottiero di questo speciale è Michele Santoro, giornalista e conduttore che ne ha viste di cotte e di crude lungo i suoi tanti anni da presentatore di trasmissioni storiche discusse come Samarcanda, Il bianco e il nero, Moby Dick (in Mediaset) SciuScià, Annozero, Servizio Pubblico.

Mediaticamente Rai per una notte è considerato un riscatto per Santoro dovuto ad una scelta drastica che la Rai (quella Rai che gli ha dato e tolto in più di un'occasione) ha preso in occasione della campagna per le elezioni regionali 2010, ovvero la sospensione dei programmi di talk show politici.

Per questo, Santoro e il suo gruppo di lavoro non vuole rimanere con le mani in mano, non vuole tacere: il 25 marzo 2010 dal PalaDozza di Bologna parte quella che venne chiamata una "scossa tellurica nel sistema della televisione italiana" un vero e proprio evento mediatico senza precedenti.

Al programma partecipano nomi importanti del panorama satirico e giornalistico: Marco Travaglio, Sabina Guzzanti, Riccardo Iacona, Giovanni Floris, il Trio Medusa, Vauro, Milena Gabanelli, Daniele Luttazzi (nel video con un suo monologo tratto dallo speciale, ndr)Gad Lerner, Elio e le Storie Tese, Roberto Benigni.

In streaming su internet, ripresa da tv locali e canali digitali, sui maxi schermi nelle piazze, Rai per una notte raggiunge il suo obiettivo coinvolgendo 50 mila sottoscrizioni e circa 3 milioni di telespettatori.

  • shares
  • Mail