La Confessione (a metà), nell'intervista a Costanzo nessun riferimento a Proietti

Maurizio Costanzo ospite a La Confessione, dove non viene posta alcuna domanda su Gigi Proietti. Eppure una settimana fa all'attore venne chiesto conto della rottura dell'amicizia col giornalista, con tanto di 'appello'

Una parentesi rimasta aperta.. A La Confessione va in scena solo il primo tempo di un faccia a faccia tra due ex amici, riuniti a distanza di sette giorni dal programma di Peter Gomez, in onda su Nove.

Stiamo parlando di Gigi Proietti e Maurizio Costanzo, divisi dall’ormai noto caso Brancaccio. L’episodio risale al 2007, quando il conduttore divenne direttore del teatro, soffiando la carica all’attore, mentre quest’ultimo si trovava in vacanza.

La sostituzione si materializzò alla vigilia della comunicazione del cartellone della stagione autunnale. I due interruppero ogni tipo di rapporto “dopo una telefonata brusca”, come aveva confidato Proietti proprio nel salotto di Gomez, prima di dedicare la ‘confessione’ finale al giornalista:

“Io non ho assolutamente alcuna animosità, però ancora mi stupisce la sorpresa, ancora non mi spiego il perché. Chissà forse è meglio non spiegarsi. Comunque ti auguro ogni bene, ma sul serio”.

Una settimana dopo lo spettatore si sarebbe aspettato di ascoltare la versione alternativa di Costanzo, o quantomeno una sua replica. Invece nulla. L’argomento non è stato minimamente affrontato, lasciando il libro privo dell’ultimo capitolo.

Non è dato sapere se la puntata del papà del talk show sia stata registrata prima. Se così fosse, non si spiegherebbe ugualmente la chiamata in causa di Proietti sulla vicenda, con tanto di ‘dedica’ al momento dei titoli di coda.

  • shares
  • Mail