Sapiens, conferenza stampa nuovo programma di Rai3 con Mario Tozzi: "Nessuna somiglianza con Alberto Angela"

La presentazione del programma di divulgazione scientifica che prende il posto di Ulisse di Alberto Angela nel sabato sera di Rai3

  • 12.06

    Sta per iniziare la conferenza.

  • 12.15

    Il direttore di Rai3 Coletta: "Riprende il laboratorio ideativo e innovativo di Rai3. Abbiamo lanciato tanti marchi quest'anno. Ci sentiamo come rete laboratorio artigianale, realizziamo la maggior parte dei prodotti con risorse interne. Sono molto orgoglioso di Sapiens, che è un'altra nuova sperimentazione che completa il puzzle da Rai3, prodotto interamente da risorse interne".

  • 12.17

    Coletta: "Sono molto orgoglioso del ritorno di Mario Tozzi a Rai3. Con il suo programma è andato via alcuni anni fa, ma ha continuato a pervadere la rete".

  • 12.19

    Coletta: “Quando abbiamo iniziato a ragionare sul nuovo spazio divulgativo della rete, ho pensato subito a Mario, non tanto perché usato sicuro, ma perché Mario è un uomo, scienziato, collega con cui si lavora molto bene. Non ha alcuna velleità divistica, si mette al servizio dei programmi che realizza, si dà interamente”

  • 12.21

    Coletta: “Ho detto a Mario che il nostro storytelling è diventato più disteso. In Sapiens vedrete un Tozzi meno icastico, meno veloce, ma più immersivo, con una consapevolezza più matura dei contenuti che veicola.

  • 12.22

    Coletta: "L'emergenza ambientale non può più essere spostata. Noi siamo sul pezzo visto che venerdì ci sarà una manifestazione mondiale sul tema".

  • 12.22

    La prima puntata di Sapiens è dedicata ai fiumi. Coletta: "Ho voluto anche una parte didattica".

  • 12.26

    Coletta: "Sapiens risponde a tutti i criteri del servizio pubblico: informa, intrattiene, pone interrogativi e dà risposte".

  • 12.27

    Coletta: "Dietro un codice scientifico molto rigoroso, Mario ha una grande vitalità, tonicità, voglia di coinvolgere e sensibilizzare i giovani e le persone meno strumentate su un allarme ambientale sul quale non possiamo più chiudere gli occhi".

  • 12.29

    Oltre ai fiumi, tema della prima puntata, ecco di cosa si occuperà Sapiens negli altri appuntamenti: l'evoluzione dell'Homo Sapiens, la Luna e la Terra vista dalla Luna, i terremoti, le città del passato e quelle del futuro, il Mediterraneo, Leonardo e il metodo scientifico, le strade fisiche e quelle immateriali, che collegano mondi diversi.

  • 12.31

    Tozzi si è recato a Gerusalemme, Malta, Egitto. Si occuperà anche del ponte Morandi di Genova.

  • 12.36

    Viene mostrata una clip riassuntiva delle puntate.

  • 12.38

    Mario Tozzi: "Da un lato l'esplorazione, dall'altro la divulgazione. In questo doppio registro ci sono momenti dedicati alla spiegazione, con una grafica molto efficace e semplice".

  • 12.41

    Tozzi: “il riflesso dell’evoluzione umana sulle questioni ambientali e viceversa. In ogni puntata il filo narrativo è stringente. Allo spettatore chiediamo curiosità".

  • 12.45

    Tozzi: "Cerchiamo sempre di avere un punto di vista diverso. Le strade - un tema che trattiamo - ci servono più per collegarci o, paradossalmente, ci dividono?"

  • 12.46

    Tozzi: "Non ho mai lavorato così tanto ad un programma televisivo come a Sapiens. È il mio 20esimo anno da conduttore".

  • 12.48

    Massimiliano De Santis, capostruttura: “Oltre 50 giorni di ripresa, con Mario in giro in tutto il mondo. È stato un percorso di arricchimento questo programma".

  • 12.50

    Il programma, realizzato in esterni, si apre e si chiude con Mario Tozzi in studio per una inedita forma di Ted, una breve conferenza-racconto che all'inizio pone le domande al centro della puntata e alla fine prova a tirare le fila del suo percorso di esplorazione e di indagine. In alcune occasioni un artista/ospite/cantautore a sorpresa completa il racconto. De Santis ammette che all'inizio era contrario all'inserito dei Ted.

  • 12.55

    Ringraziamenti da parte del direttore Coletta.

  • 12.58

    In cosa si distacca questo programma da quelli di Alberto Angela? Coletta: "Angela è uno straordinario narratore, la sua offerta è di grande qualità. Quando sono arrivato io, Fazio, Gazebo e Ulisse sono andati via, ma noi di Rai3 siamo forti. Quando ho pensato a Mario Tozzi non ho pensato a chi potesse sostituire Alberto Angela, invece quando ho dovuto prendere la decisione immediata per il sabato sera ho scelto sia la gara dei borghi sia Augias, che ha un'affinità di racconto con Angela. Tozzi è uno scienziato, non ha nulla a che vedere né con Angela né con Augias. La sua non è una affabulazione, lui è un geologo. Tozzi è l'unico esempio che insieme alla scienza applica sempre un interrogativo rispetto alla contemporaneità".

  • 13.03

    Tozzi: "Io e Angela siamo differenti, i linguaggi sono diversi. Ci stimiamo, per quelle poche volte che ci siamo incontrati. In Sapiens non c'è il racconto delle meraviglie di ciò che l'uomo ha costruito. Quindi rispetto a Ulisse non ravviso nessuna somiglianza, sono prodotti radicalmente diversi".

  • 13.05

    Prende la parola il consigliere Rai Laganà, che spiega di essere un ambientalista molto attivo.

  • 13.06

    Finisce la conferenza.

Sta per iniziare a Roma la conferenza stampa di presentazione di Sapiens - Un solo pianeta, il nuovo programma di divulgazione scientifica condotto da Mario Tozzi in onda su Rai3 da sabato 16 marzo alle ore 21.45 (nella collocazione in passato occupata, con successo, da Ulisse di Alberto Angela). TvBlog seguirà l'incontro con i giornalisti in liveblogging.

La trasmissione, firmata da Mario Tozzi, Giovanna Ciorciolini, Fosco D’Amelio, Fabrizio Giuseppe Giunta, Elisabetta Marino, Riccardo Mazzon e Stefano Varanelli, sarà presentato alla presenza del conduttore e del direttore di rete Stefano Coletta. Regia studio Riccardo Mazzon, regia Valerio Angelini.

  • shares
  • +1
  • Mail