Vieni Da Me, Donatella Milani: "Ora O Mai Più mi ha offesa come donna"

Ospite da Caterina Balivo a Vieni Da Me, Donatella Milani ha parlato ancora del programma musicale di Rai 1 che, ha detto, "Mi ha lesa anche come insegnante"

Torna a parlare di Ora O Mai Più Donatella Milani, oggi ospite in studio a Vieni Da Me dove, intervistata da Caterina Balivo, non le ha mandate a dire al programma musicale di Rai 1.

Inizialmente un po' trattenuta, "non voglio dire tutto altrimenti sembra sempre che io sia quella polemica e aggressiva", viene poi spronata dalla padrona di casa a parlare una volta per tutte: "Donatella, così però sei tu che ti auto-censuri. Parla, dì tutto, 'ora o mai più'" la rimbecca la Balivo. E così inizia il fiume in piena. Perché ora che lo show si è concluso, con la vittoria di Paolo Vallesi, non si arresta la polemica, ed è ancora 'guerra' tra Milani e il programma:

"Nessuno ha mai capito che volevo parlare umanamente. Quando dissi 'Ma chi sono questi coach?' ad esempio, intendevo 'Chi sono umanamente questi coach che danno questi brutti voti?'. Perché, diciamo, a me m'hanno ammazzata" spiega la Milani piano piano, per poi proseguire con la vera stoccata a Ora O Mai Più e a tutto il cast: "Lì eravamo tutti grandi, mica dei ragazzini dei talent. Ora O Mai Più voleva insegnare qualcosa? Voleva forse ridare speranza per il futuro ad alcuni interpreti? Così non è stato. Se quello che è successo in trasmissione doveva essere un insegnamento beh, allora... Non è stato affatto un bell'esempio".

Altro ostacolo alle performance della Milani le prove quasi inesistenti con Donatella Rettore: "Il programma l'ho vissuto veramente in una condizione brutta. Ho accusato tanto. Inoltre con la Rettore non provavo mai. Gli altri concorrenti facevano due o tre ore di prove coi loro coach, io se tutto andava bene facevo un quarto d'ora di prova la settimana".  

E quando in studio l'accusano di esser troppo poco auto-ironica, lei risponde: "Non sono affatto un pezzo di legno, passo sempre da presuntuosa ma soltanto per autodifesa. Mettimi tranquilla e vedrai chi sono davvero io: una persona giocherellona, ironica e buona".

Non nega di aver sperato che Ora O Mai Più le permettesse di rinfoltire il suo pubblico: "Penso che tutti abbiano partecipato per questo motivo: per ricominciare a fare concerti in giro per l'Italia. Ma la verità è che a me il programma ha fatto l'effetto opposto" spiega, prima di specificare che tutte le critiche ricevute non possano aver fatto altro che incrinare la sua condizione di insegnante: "Io ho tanti allievi, do lezioni di canto. Dopo avermi vista in quelle condizioni in televisione da me non ci verrà più nessuno. Sono stata seriamente lesa dal programma".

Ultima ma non meno importante, la critica di Donatella Milani agli uomini presenti in giuria: "Sono stata offesa anzitutto come donna, ancor prima che come cantante. Me ne hanno dette di tutti i colori: "Stai zitta!", "Non parlare...", "Meglio se canti". Insomma, è così che ci si rivolge a una donna? Dai...", conclude.

  • shares
  • Mail