Tagadà, duro scontro tra il leghista Morelli e Crepet sulla legittima difesa (Video)

A Tagadà il dibattito sulla legittima difesa provoca il duro scontro tra l'onorevole Morelli e Paolo Crepet. Il leghista gli dà del "ridicolo". Lo psichiatra: "Lo dice a sua sorella"

Il tema della legittima difesa surriscalda gli animi a Tagadà, dove va in scena la lite tra il leghista Alessandro Morelli e Paolo Crepet.

Oltre a loro due, era ospite nel talk di La7 anche Francesco Sicignano, il pensionato di Vaprio d’Adda che nel 2015 sparò ad un ladro – uccidendolo – entrato nella sua abitazione.

Una vicenda archiviata, che però è stata motivo di scontro nel salotto di Tiziana Panella (qui il video). “Nel suo paese esistono i Carabinieri?”, ha domandato polemicamente lo psichiatra. “Sì, ma sono arrivati dopo dieci minuti, lo avevo già in casa”, ha risposto Sicignano. “Non abita mica a New York”, ha controreplicato Crepet.

A quel punto si è inserito nella discussione proprio Morelli, che ha dato del “ridicolo” al sociologo, colpevole a suo avviso di sminuire la problematica.

Termine che Crepet non ha evidentemente digerito:

Ridicolo lo dice a sua sorella. Giovanotto, ridicolo lo dice a sua sorella, ha capito, sì o no?”

L’onorevole non si è arreso e ha rincarato la dose:

Ribadisco che ha detto una cosa ridicola. Se lei ritiene che si telefona ai Carabinieri e dopo 3 secondi sono sotto casa sua, lei è ridicolo”.
  • shares
  • +1
  • Mail