The Voice 2019 senza Sfera Ebbasta, Fremantle lascia, Freccero: "Ecco cosa è successo"

Il direttore di Rai2 fa chiarezza sul caso scoppiato nelle scorse ore. La prossima settimana sarà scelto il sostituto del trapper

Dopo lo stop a Sfera Ebbasta in giuria da parte dell'ad Rai Fabrizio Salini, è ufficiale anche il forfait della società di produzione Fremantle, che si sfila da The Voice of Italy. Il direttore di Rai2 Carlo Freccero ha commentato così la situazione:

Troveremo al più presto un sostituto per Sfera Ebbasta. Pensavo che la Rai fosse pronta a giustificare il politicamente scorretto in musica. Non è così.

Freccero ha spiegato:

La prima scelta è stata Simona Ventura, conduttrice e centro di gravità del programma. Poi, dopo il successo dello speciale di Morgan sui Queen, abbiamo pensato a lui come coach. A Fremantle ho chiesto una giuria in grado di portare quel pubblico giovanile che non guarda più la Rai, che segue Sky o piattaforme tipo Netflix e Amazon. E da osservatore ho capito quanto fosse importante l'operazione fatta da Lorenzo Mieli con X Factor, programma dall'esito spettacolare vinto da un rapper, Anastasio. L'idea era dunque cercare un giuria contemporanea ai gusti di questo tipo di pubblico.

Ed ancora, dopo i tragici fatti di Corinaldo "consapevole che l'alone della strage inevitabilmente pesasse ancora su Sfera, mi sono soltanto chiesto se ci fossero pendenze giudiziarie a suo carico. Avendo avuto garanzia che non c'erano problemi legali, ho dato il mio via libera. Salini era occupato con Sanremo. Quando è arrivata alla sua attenzione la formalizzazione del contratto, la risposta è stata negativa".

A proposito del forfait della società produttrice, Freccero si è detto "molto dispiaciuto e ha aggiunto che "spero di convincerli a restare". A realizzare The Voice, ha spiegato il direttore di rete, sarà comunque la filiale italiana di Talpa Media. Sicuri di un posto in giuria Gué Pequeno, Morgan ed Elettra Lamborghini.

  • shares
  • +1
  • Mail