Suburra su Rai 2 la prima stagione della serie con Alessandro Borghi

Arriva su Rai 2 il venerdì in prima serata la prima stagione di Suburra - La Serie con due episodi a settimana

Roma, il suo litorale, le sue infinite contraddizioni di una metropoli popolare e elitaria, ecclesiastica e laica, grande bellezza e infinita tristezza. Roma è la protagonista indiscussa di Suburra una serie tv legata al libro di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, diventato un film nel 2015, ma ambientata prima di quelle vicende, per mostrare al pubblico le origini di quel mondo torbido e pericoloso raccontato in precedenza.

Prodotta da Rai Fiction per Cattleya e diventata famosa per essere la prima serie originale italiana di Netflix, a 16 mesi dal rilascio sulla piattaforma di streaming la prima stagione di Suburra arriva in chiaro su Rai 2 con due episodi a settimana il venerdì sera a partire da questa sera venerdì 15 febbraio. Strategicamente il rilascio arriva a una settimana dal debutto della seconda stagione su Netflix, così che le due stagioni possano quasi aiutarsi e supportarsi a vicenda.

Registi dei dieci episodi della prima stagione sono Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi, nel cast torna Alessandro Borghi nel ruolo di Aureliano/Numero 8 già interpretato nel film, mentre il ruolo del boss Samurai interpretato nel film da Claudio Amendola, è stato affidato a Francesco Acquarioli. 

La storia si sviluppa intorno a tre personaggi, Aureliano (Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara) fratello di Manfredi (Adamo Dionisi) boss di un clan zingaro che controlla una zona della città, e Lele (Eduardo Valdarini), figlio di un poliziotto, l'anima candida del gruppo, giovane laureando che finirà in un mondo più grosso di lui. Lele è legato a Sara Monaschi, interpretata da Claudia Gerini che lavora nella Commissione Vaticana e soddisfa tutti i desideri di preti e cardinali. I tre ragazzi incarnano la voglia dei giovani di emergere, di sfidare le figure paterne per prendere in mano il proprio destino.

Criminalità, Vaticano e il terzo asse su cui poggia Suburra è ovviamente la politica che si mescola con gli altri due mondi fino a costruire un unico e indissolubile groviglio al cui centro c'è Samurai, il boss che di fatto controlla la città. Filippo Nigro interpreta Amedeo Cinaglia, il giovane e onesto rappresentante politico, consigliere comunale stufo della solita politica, ma che finisce per avere sempre più dubbi e meno soluzioni.

La prima stagione di Suburra racconta 20 giorni che cambieranno la vita di tutti i protagonisti, 20 giorni frenetici, caotici, in cui religione, crimine e politica si fondono e si confondono.


Suburra come vedere la serie


Ovviamente la prima stagione di Suburra in onda questa sera su Rai 2 e in streaming su Rai Play, è disponibile su Netflix dove dal 22 febbraio arriverà anche la seconda stagione.

  • shares
  • +1
  • Mail