Alla lavagna, Massimo Giletti critica il programma di Raitre: "Eviterei di fare incontrare i politici ai bambini"

Massimo Giletti critica Alla Lavagna: "Eviterei di far incontrare i politici ai bambini, preferirei i giornalisti. Mi piacerebbe vedere un programma senza filtri con ragazzi di 13, 14, 15 anni"

Massimo Giletti critica Alla Lavagna. Nonostante a Non è l’Arena i casi prodotti dal programma di Raitre tengano banco da settimane, il conduttore del talk di La7 punta il dito contro lo show che vede protagonisti i bambini.

Anche io trovo che ci siano delle forzature quando i bambini vanno in televisione”, ha affermato Giletti. “Magari io eviterei di fargli incontrare i politici. Preferirei che si incontrassero con dei giornalisti, ma la scelta di un programma è libera”.

L’ex volto di Raiuno ha dedicato interi blocchi di trasmissione all’argomento, arrivando ad organizzare per ben due volte un faccia a faccia tra Vladimir Luxuria e Daniela Santanchè. Se l’ex parlamentare di Rifondazione Comunista è finita nella bufera per la presunta lezione ‘gender’ impartita agli alunni, l’esponente di Fratelli d’Italia ha invece ricevuto attacchi per aver definito i soldi “l’unico vero strumento di libertà”.

I filmati delle puntate ‘incriminate’ sono stati riproposti da Giletti, che ha però preferito oscurare le facce dei giovani studenti.

A me piacerebbe vedere un programma senza filtri, vi dico la verità, con ragazzi che vanno dai 13, 14, 15 anni”, ha concluso il conduttore.

  • shares
  • +1
  • Mail