Sanremo, Baglioni: "Il Festival era diventato troppo televisivo. Mio compito far prevalere la musica"

Claudio Baglioni si mostra soddisfatto per aver riportato la musica al centro del Festival di Sanremo: "Era diventato eccessivamente televisivo. Spero che la rotta disegnata non venga...rotta"

Claudio Baglioni si toglie i sassolini dalle scarpe: “Il mio compito era quello di far prevalere la parte artistica e musicale, perché è giusto che sia così. Si chiama festival della canzone italiana, è scritto nel primo articolo del suo statuto”.

Da quando ha assunto l’incarico di direttore artistico del Festival di Sanremo, il cantautore si è impegnato per rimettere la musica al centro della kermesse. Impegno che non sarebbe stato mantenuto invece dai suoi predecessori.

A mio parere qualche volta era diventato eccessivamente un programma televisivo”, osserva Baglioni ospite al Dopofestival. “Dovrebbe tornare nell’alveo per cui il festival viene ripreso dalla tv, è un grande evento tv ma non un programma televisivo”.

Da capire se nel 2020 ci sarà spazio per il terzo atto. Un cambio di guida infatti potrebbe rimescolare le carte, a partire dall’impostazione della manifestazione.

Io spero che questa rotta disegnata non venga rotta in seguito”, avvisa Baglioni. Parole che lascerebbero ipotizzare un passaggio di testimone al termine della 69esima edizione.

  • shares
  • +1
  • Mail