Paola Perego a Tv Talk: "Ricondurrerei subito La Talpa, non rifarei Verissimo"

La conduttrice monzese commenta la sua carriera professionale, fra successi e rimpianti

Nell'ultima puntata di Tv Talk, lo show-magazine del sabato pomeriggio di Rai3 sull'approfondimento critico della televisione, è intervenuta Paola Perego, reduce dalla quarta stagione di Superbrain, conclusasi ieri sera. La conduttrice monzese, accolta in collegamento per discutere del tema dell'amore raccontato sul piccolo schermo, ha poi risposto alle curiosità degli analisti e del pubblico a casa a proposito dei desideri e dei rimpianti legati alla sua attività professionale.

A chi le chiede se le manchi il contatto quotidiano con i telespettatori, ora che da qualche anno si è dedicata esclusivamente alle prime serate settimanali, forte di 35 anni di televisione alle spalle la Perego ha risposto che non ha più bisogno di dimostrare niente a nessuno. In passato, l'impegno costante e quotidiano non le ha consentito di seguire con particolare attenzione alcuni eventi significativi nel percorso di crescita dei figli. Dopo anni di recite scolastiche saltate per la diretta, la neo-nonna intende ora mettere gli affetti al primo posto e non trascurare il nipotino Pietro, figlio della figlia Giulia, nato lo scorso novembre.

Paola Perego si è espressa inoltre circa le esperienze televisive trascorse che sarebbe pronta a ripetere immediatamente e su quelle che non rifarebbe, senza se e senza ma. Grande entusiasmo ha dimostrato la monzese per l'avventura con Al Bano lunga due anni di Così lontani, così vicini, che le ha permesso di entrare in contatto con storie di vita umane ed emotivamente coinvolgenti, per giunta in un contesto pressoché inedito per Rai 1, senza uno studio fisico come riferimento; altra trasmissione di cui riprenderebbe il controllo è La Talpa, condotta dalla Perego per tre edizioni, fra Rai 2 e Italia 1: un ritorno del reality-game ("In Italia c'è stato solo quello" sottolinea la Perego, che marca la differenza con altri prodotti simili della rete come Pechino Express), su cui si è espresso persino il neo-direttore di Rai 2 Carlo Freccero, che ne gradirebbe per la messa in onda il cambio di titolo in L'infriltrato.

Da buttare quasi del tutto nel cestone delle occasioni sfortunate è invece l'esperienza a Verissimo del 2006. Nessun tipo di problema col programma in sé, che anzi ha rappresentato una tappa importante nella propria formazione: la risposta della Perego segue infatti le polemiche che le caddero a pioggia in quanto prima donna non-giornalista a condurre un programma di infotainment. Cosa ben comune oggigiorno, ma vista di cattivo occhio circa quindici anni fa.

  • shares
  • Mail