The Stand - L'ombra dello Scorpione, CBS All Access ordina la serie dal romanzo di Stephen King

CBS All Access ordina un progetto in lavorazione da tempo per un nuovo adattamento de L'Ombra dello Scorpione dopo la miniserie degli anni '90

Cinema e tv da sempre prendono a piene mani dalle opere di Stephen King, tra adattamenti e riferimenti più o meno velati, è tra i punti di riferimento di una generazione di autori.

L'ultimo, ma sicuramente soltanto in ordine di tempo, progetto legato al mondo di Stephen King è l'adattamento de L'Ombra dello Scorpione - The Stand (in originale), ordinato da CBS All Access, la piattaforma di streaming CBS che si appresta a lanciare la nuova serie antologica reboot di The Twilight Zone (il 1° aprile) e la terza stagione di The Good Fight (il 3 marzo).

Prodotta da CBS Television Studios, The Stand sarà una limited event series in 10 episodi, come è stata presentata dai produttori, riferendosi a una produzione che non è proprio una miniserie ma nemmeno una vera e propria serie e potrebbe chiudersi già con la prima stagione.

L'adattamento di The Stand è scritto da Josh Boone che sta tentando di portare a cinema o in tv questo progetto da più di 5 anni quando CBS lo chiamò per scrivere la sceneggiatura del film che doveva vedere Christian Bale e Matthew McConaughey come protagonisti. Boone, che sta lavorando alla post-produzione dello spinoff di X-Men The New Mutants, lavorerà insieme a Ben Cavell, creatore e produttore di SEAL Team sempre di CBS.

L'ombra dello Scorpione - The Stand è uno tra i romanzi più importanti di Stephen King che introduce la figura di Randal Flagg, the Dark Man uno tra gli antagonisti indimenticabili nati dalla penna dello scrittore. In uno scenario post-apocalittico, in un futuro che nessuno vorrebbe veder realizzato, l'umanità è stata decimata da un'epidemia e al centro di una lotta tra bene e male, il peso della salvezza ricade tutto sulle spalle di Madre Abagail, una donna di 108 anni, e di un manipolo di sopravvissuti. Randal Flagg con i suoi incredibili poteri e un sorriso letale, si rivela il loro peggior incubo.

Per rincuorare tutti i fan che lo chiedessero, Stephen King ha dato fin da subito la sua benedizione al progetto e a CBS All Access che ha deciso di realizzarlo: "Le persone coinvolte sanno esattamente quello che stanno facendo; le sceneggiature sono una bomba", ha detto lo scrittore che nel 1994 si era occupato dell'adattamento del romanzo per una miniserie per ABC (in Italia andata in onda nel 1996 su Italia 1).

Boone ha ricordato quando a 12 anni leggeva il libro di nascosto ma "i miei genitori di fede Battista, me lo bruciarono dopo avermi scoperto [...] così rubai l'account FedEx a mio padre e scrissi una lettera a King professando tutto il mio amore per il suo lavoro. Diverse settimane dopo tornai a casa e trovai una scatola proveniente dal Maine, con dentro diversi libri ciascuno con una dedica di King che mi ringraziava per essere un fan e mi incoraggiava a proseguire nella scrittura. I miei genitori, a quel punto, commossi dal gesto di generosità dell'autore, tolsero i suoi libri dalla lista di quelli che non potevo leggere".

Entusiasmo alle stelle anche per CBS All Access con Julie McNamara responsabile dei contenuti originali che ha definito Stephen King "uno dei più grandi autori viventi con L'ombra dello Scorpione sicuramente tra i migliori di tutta la sua opera."

Non resta quindi che aspettare per vedere questo nuovo lavoro di King, anche se al momento, come per altre produzioni della piattaforma di streaming CBS (ma anche per Castle Rock sempre legato al lavoro di King ma prodotto da Hulu), non sappiamo dove potrebbe andare in onda in Italia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail