Adrian, le accuse di sessismo (VIDEO) e quelle per la mafia a Napoli

Il sindaco del capoluogo campano si dice deluso per la "brutta immagine"

Se dal punto di vista degli ascolti il risultato, finora, non è affatto esaltante (all'esordio 22%-19% di share, nella seconda puntata 15%-13.26%), di sicuro Adrian è riuscito a catalizzare l'attenzione dell'opinione pubblica. Non è una coincidenza, infatti, che lo show di Celentano su Canale 5 con annesso cartoon sia stato argomento molto discusso sui social. Qui sono nati, in particolari, due casi. Il primo riguarda la scritta 'Mafia International' apparsa su uno dei grattacieli della Napoli del 2068 nella prima puntata della serie animata ideata e realizzata dal Molleggiato. Il sindaco del capoluogo campano a Radio 1 ha replicato così:

Non l'ho visto ma ne ho letto. Premetto che ho una lunga simpatia per Celentano, ho una difficoltà ad esprimere malcontento per una serie di motivi, primo perché il cartone è stato realizzato dieci anni fa, in un momento molto diverso della città. Però va detto che è proprio brutta l'immagine che Napoli nel 2068 sia vinta dalla mafia, è qualcosa che non accadrà, la nostra è una città che da 4 anni è prima in Italia per crescita culturale e turistica: una città che va verso la cultura non può diventare mafiosa. Non so se sia proprio un'idea di Celentano, non credo che Adriano abbia questo pregiudizio sulla città di Napoli, è una persona dal pensiero libero e dal cuore grande. Sono un po' deluso, ma non credo che sia farina del suo sacco.

L'altro caso è scoppiato per via delle accuse di sessismo rivolte a Celentano. Tutta colpa di una scena andata in onda nella seconda puntata di Adrian: il protagonista del cartoon si trasforma nel supereroe Volpe e salva due avvenenti ragazze, aggredite da un gruppo di malviventi che tentano di stuprarle. Una volta messe in salvo, però, si rivolge così alle vittime della violenza:

Se aveste bevuto qualche bicchierino in meno forse avreste evitato l’increscioso approccio con quei tipi loschi.


Apriti cielo. Indignazione sacrosanta o polemica-fuffa social?

  • shares
  • +1
  • Mail