Nero a metà, ultima puntata del 17 dicembre 2018

Nero a metà, ultima puntata, in onda lunedì 17 dicembre.

Nero a metà, diretta ultima puntata del 17 dicembre 2018


  • 21.56

    Carlo è ormai in carcere e ripensa a Carla e a Bosca, mentre Alba chiede a Riccardo di difendere il padre, ma il suo ex ragazzo rifiuta.

  • 21.58

    Repola e Cantabella stanno ormai insieme: i due si imbattono in un ragazzo in stato confusionale che agita una bottiglia. Cantabella lo disarma e lo ferma,

  • 22.00

    Ma come lo ammanetta, il ragazzo muore. E qui mi sa che la serie pesta un...

  • 22.01

    La Carta arriva sul posto e pensa subito di trovare una ricostruzione plausibile: crede che Cantabella abbia agito in un eccesso di difesa/nervosismo per difendere la sua compagna e per il caso Guerrieri.

  • 22.03

    Alba però dice che il ragazzo morto, Bruno, non mostra segni di colluttazione e di violenza. Bisogna capire se era sotto effetto di sostanze. Cantabella non ha trovato neanche una telecamera utile. Era al terzo anno di Agraria e non aveva neanche un cellulare con sé.

  • 22.04

    Riccardo alla fine accetta l'incarico di difendere Carlo.

  • 22.06

    Cantabella è oggettivamente nervoso: viene mandato in ferie per non essere sospeso. Ma tutti sono contro Malik che si adegua al volere della Carta e non lotta per i suoi uomini. Muzio, quindi, inizia le indagini su quanto successo al ragazzo, per aiutare Marco.

  • 22.07

    Riccardo va da Carlo.

  • 22.09

    Gli esami di Bruno mostrano che il ragazzo era pulito. Era però sempre alla ricerca di denaro, ma ultimamente aveva saldato i suoi debiti e comprato un motorino. C'è sotto qualcosa.

  • 22.12

    Matteo Carniti, agente della Giudiziaria: il suo nome era in un agenda di Ester, la ragazza morta per droga dopo Bosca. Ma quest'uomo è morto due anni fa.

  • 22.15

    Delle lesioni nel cervello mostrano che il ragazzo aveva un problema, ma stando ad alcune analisi, stava bene due settimane prima.

  • 22.17

    Ma c'è un altro caso, analogo: si tratta di Ahmed, portato via da un furgone di cui un testimone ha preso la targa. La mamma di Malik lo sta cercando da tempo.

  • 22.17

    "Quando questa storia finisce voglio che tu venga a vivere da me": Carlo si è deciso a vivere con Cristina.

  • 22.20

    Seguendo il furgone, Malik e i suoi arrivano a una clinica abusiva dove trova Ahmed. Pubblicità.

  • 22.28

    Riccardo fa sapere ad Alba che qualcuno è entrato in casa per la prova balistica prima dell'arresto di Carlo. Non l'ha detto al padre, ma Alba capisce che è stato Malik. E lo affronta. E lo lascia.

  • 22.34

    Carlo intanto ottiene i domiciliari grazie a Riccardo.

  • 22.35

    Carta scopre che Ottavia Danti, l'informatrice, è andata a Ostia e chiede a Malik di indagare. Lei gli racconta di Alessandro Lo Garzo, l'ex tossico legato a Bosca che spacciava per lui. Anche Santagata è andato a parlargli, peraltro.

  • 22.36

    Muzio svela a Carlo dell'esistenza di quell'agente della penitenziaria, ma non sapranno mai se è stato lui a spacciare quelle dosi di droga che portarono alla morte di una serie di ragazze dopo la morte di Bosca.

  • 22.42

    Uscito dal carcere, Carlo deve fare i conti con le bugie dette alla figlia, che gli chiede la verità. "Non è una bella storia".

  • 22.45

    Anche Muzio arriva da Lo Garzo, un attimo prima di Malik: l'uomo è morto.

  • 22.48

    Il padre di Ester, la ragazza uccisa dalla droga dopo la morte di Bosca, cerca di Carlo in commissariato. Lo intercetta la Carta.

  • 22.48

    Intanto dai rilievi su Lo Garzo potrebbe essersi suicidato.

  • 22.52

    Malik si denuncia ai colleghi: ha mandato lui in galera Carlo, ma la morte di Lo Garzo riapre i giochi, anche per lui. Non crede al suicidio e vuole la verità: non pensa che la morte di quell'uomo sia casuale e pensa che Carlo non c'entri con la morte di Bosca. Pubblicità.

  • 23.04

    Il suicidio di Lo Garzo è una messa in scena, dice la prof a Malik. Ma Muzio tiene al corrente anche Carlo: a questo caso si interessa qualcuno molto in alto.

  • 23.10

    Intanto Alba non si trova: non è tornata a dormire e Carlo è preoccupato. Inutile dire che esce di casa per cercarla, in barba ai domiciliari.

  • 23.13

    Dai video di sorveglianza, Cantabella, Muzio e Repola vedono che l'ultimo ad aver parlato con Lo Garzo è stato Santagata. Che intanto fa perdere le sue tracce. Non ha considerato che possono intercettarlo col chip del cane.

  • 23.15

    E infatti lo bloccano.

  • 23.16

    Ma a rapire Alba è stato il padre di Alina Nesti, l'ultima vittima della droga che evidentemente si è sentito tradito da Carlo. "La droga che ha ucciso mia figlia gliel'ha data tuo padre": è saltato a conclusioni affrettate leggendo un articolo di giornale che faceva proprio intendere l coinvolgimento di Carlo nel caso Bosca, che evidentemente è stato 'spinto' da Santagata.

  • 21.18

    Intanto Malik capisce dove l'uomo può aver portato Alba, ovvero nel punto dove è stata ritrovata sua figlia.

  • 23.24

    Carlo va da Nesti: dice di aver trovato le persone che hanno le persone che hanno venduto la droga alla figlia. Ma lui vuole vendicarsi. Malik interviene e viene colpito

  • 23.26

    Sembra una scena da telefilm anni '80.

  • 23.27

    E mentre sono tutti al capezzale di Malik, la Repola inizia il travaglio.

  • 23.28

    Intanto la Carta, finalmente, riconosce

  • 23.30

    Lui chiudeva un occhio sulla droga e lui gli dava dritte sugli imprenditori così lui è diventato il paladino della sicurezza. Quando Guerrieri è arrivato a Ostia ha smesso; Clara era succube di Bosca, poi si è innamorata di Carlo. Dice che è stata lei a uccidere Bosca e che è ancora viva. Ultime notizie la danno in Francia. Carlo lo dice subito ad Alba che la vuole trovare.

  • 23.32

    Classico montaggio alternato di nascita/morte. Ma Malik è vivo. E nasce anche la figlia della Repola. Inutile dire che Alba e Malik si pensano a vicenda: un ritorno insieme nella prossima stagione è scontato.

  • 23.34

    Per Carlo può iniziare una nuova vita con Cristina e con il cane di Santagata, ma sopratutto alla ricerca di Clara.

Nero a metà, anticipazioni ultima puntata del 17 dicembre 2018

Nero a metà, sesto e ultimo doppio appuntamento (Rai 1, 21.25 - 17 dicembre 2018): una puntata unica in due parti per chiudere la prima (?) stagione di questa serie poliziesca che unisce plot episodici crime e una continuing story su un cold case che riguarda il protagonista, cui si unisce un 'triangolo' affettivo tra papà Carlo, la figlia Alba e il complicato Malik.

Nero a metà, anticipazioni nona puntata: Una questione in sospeso (I e II parte)


Alba (Rosa Diletta Rossi) e la squadra del Commissariato Monti scoprono con sgomento che Malik (Miguel Gobbo Diaz) è coinvolto nell'arresto di Carlo (Claudio Amendola). Il caso di Carlo sconvolge il Commissariato, che fa quasi fatica a occuparsi dei casi 'ordinari', come quello della morte di un ragazzo. Malik, invece, si concentra sul caso Bosca, determinato a dimostrare l'innocenza di Carlo, per cui si scontra anche con la dirigente Micaela Carta (Antonia Liskova).

 

Nero a Metà, come seguirlo in tv e in live streaming


La serie è stata composta da 12 puntate da 50' trasmesse in 6 prime serate, in onda il lunedì alle 21.25 su Rai 1, con la sola eccezione di giovedì 13 dicembre. Nero a Metà è diretto da Marco Pontecorvo, ma nasce da un'idea di Giampaolo Simi e Vittorino Testa; soggetto di serie di Francesco Amato e Giampaolo Simi, coordinamento editoriale di Donatella Diamanti; fotografia di Vincenzo Carpineta. La serie è una coproduzione Rai Fiction e Cattleya, con la partecipazione di Netflix.

Nero a Metà, second screen


L'hashtag ufficiale è #NeroaMetà.

 

  • shares
  • +1
  • Mail