Fuori dal coro, Giordano e la vendetta contro Sgarbi in 'stile' Fede

A Fuori dal coro Mario Giordano si vendica di Vittorio Sgarbi. Il giornalista si scaglia contro le pensioni d'oro e trasmette i fuori onda di Striscia che mostrano il critico d'arte assonnato: "E' stanco..."

La vendetta è un piatto che va servito freddo. E possibilmente in casa. Mario Giordano mette in atto la sua personale rivalsa nei confronti di Vittorio Sgarbi, due mesi dopo il primo clamoroso scontro avvenuto a Cartabianca.

E così, mercoledì sera a Fuori dal coro il conduttore dedica gran parte della striscia quotidiana al 'nemico amatissimo', che a gennaio 2019 maturerà la pensione.

“C’è chi ci va senza aver mai lavorato e ne va fiero. Ha dichiarato lui stesso a Panorama che andrà in pensione a gennaio con 51 anni di anzianità con 2500 euro al mese, pur essendo in aspettativa da sempre. Che abbia bisogno della pensione lo abbiamo visto, è un po’ stanco”.

Il tutto mentre dalla regia partono puntuali come un orologio svizzero le immagini di Striscia la notizia, che documentarono uno Sgarbi assonnato nel corso dei vari collegamenti televisivi. Metodo non troppo distante da quello che Emilio Fede riservava al Tg4 agli esponenti della sinistra.

Un tempo allineati, Giordano e Sgarbi si sono di recente ritrovati su fronti totalmente opposti. Dalla Berlinguer era finita a pesci in faccia per colpa della vicenda Riace, tra urla, offese e cartelli esposti a favor di telecamera. Passata qualche settimana era stato Nicola Porro a riproporre il duello a Quarta Repubblica, stavolta sul tema delle chiusure domenicali dei negozi.

Ulteriore sale è stato poi versato sempre da Striscia, con la trasmissione dei fuori onda di Sgarbi da Porro, nei quale il critico d’arte ironizzava a più riprese sul tono della voce di Giordano.

Alla prossima puntata. Perché un'altra puntata ci sarà certamente.

  • shares
  • +1
  • Mail