È successo in TV - 8 novembre 1986: delirio a Fantastico 7 per i Duran Duran (video)

Oggi nel passato: il gruppo musicale al picco massimo del successo, ospiti del varietà di Rai 1

Avete presente i grandi fenomeni musicali degli anni '80? Avete presente i walkman, i paninari, i poster, i grandi concerti? Ma soprattutto avete presente gli importanti varietà del sabato sera in tv? Oggi guardiamo ad una storica puntata della settima edizione di Fantastico. E' l'8 novembre 1986 quando il gruppo musicale dei Duran Duran al picco massimo del successo viene ospitata al varietà di punta di Rai 1 condotto da Pippo Baudo e affiancato da Lorella Cuccarini e Alessandra Martines.

L'attesa creata attorno all'evento mediatico è stata talmente tanta che il Teatro delle Vittorie, luogo dalla quale il programma andava in onda, è stato letteralmente preso d'assalto da ragazzine fanatiche di Simon Le Bon, Nick Rhodes e John Taylor. Sia fuori che dentro il teatro si contavano centinaia se non migliaia di fans scatenate e speranzose di ricevere anche solo un'occhiata dai loro beniamini.

Il colpo d'occhio dello studio è impressionante, è talmente gremito da mettere in grossa difficoltà persino gli operatori di ripresa, costretti per più volte ad alzare le telecamere per non essere 'impallate' dalle teste delle imbucate urlanti. Le voci sovrastano persino l'audio diffusione dei brani cantati (in playback) dai Duran Duran: Vertigo, Notorious e Skin Trade.

Il grande afflusso di spettatori ha richiamato anche la presenza delle forze dell'ordine che, non solo hanno cercato di tenere a bada le giovani assiepate sugli scalini in prima fila, ma addirittura è dovuta intervenire in seguito ad una vera invasione di campo da parte di alcune ragazze che hanno cercato di strappare un bacio a Simon Le Bon durante la performance e 'causa' di caos regnato per l'arco di un'iconica puntata che difficilmente verrà dimenticata.

L'operazione venne ripetuta il giorno dopo nella Domenica IN di Raffaella Carrà. La scena si ripresentò simile, con la differenza che le dimensioni dello studio erano decisamente più contenute di un teatro, ragion per cui tra le fila del pubblico vennero ospitate solo una porzione delle fans dei Duran Duran, dando comunque un effetto visivo altrettanto forte per la portata dell'evento.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail