Grande Fratello VIP 3, Alessandro Cecchi Paone e la storica polemica contro il reality nel 2001 (video)

"Come si cambia per non morire" disse Fiorella Mannoia nel suo successo, proviamo a paragonare la stessa frase con una controversa vicenda cui protagonista è Alessandro Cecchi Paone. Andiamo per gradi: vi abbiamo riferito il nostro retroscena sui tre concorrenti in arrivo nella casa del Grande Fratello VIP lunedì sera in prima serata, fra i tre figura il nome del giornalista.

Ora facciamo un passo indietro come piace tanto a noi e balziamo alla serata della premiazione dei Telegatti del 2001, esattamente 5 mesi e mezzo dopo la fine della prima edizione del Grande Fratello, fra le categorie da premiare spunta l'incriminata Costume e cultura. I 3 programmi in lizza per il premio erano Superquark di Piero Angela, La macchina del Tempo condotto da Cecchi Paone e Grande Fratello.

Maria De Filippi e Gerry Scotti, conduttori di quella edizione, annunciano a sorpresa l'assegnazione del Telegatto al reality show di Canale5. Alessandro Cecchi Paone, alzandosi in piedi dalla platea protestò fortemente puntando il dito contro il programma vincente accusandolo di non avere nulla a che fare con la cultura:

Sono arrabbiatissimo e l'ho detto dal primo momento - ha urlato il giornalista - trovo assurdo che siano stati fatti questi accoppiamenti. Cosa c'entra il Grande Fratello con la cultura? facciamo una fatica terribile per fare cultura e poi si fa scegliere la gente tra il nostro programma e il 'Grande Fratello'

Sul palco sono presenti i ragazzi del primo Grande Fratello e Daria Bignardi, la conduttrice delle prime due edizioni. I loro volti imbarazzati in un primo momento, hanno lasciato il tempo per replicare alla contestazione tra i fischi del pubblico. Data la situazione tesa, intervenne anche Pippo Baudo in difesa di Cecchi Paone che cercò di tranquillizzare , mentre Maria De Filippi ha tentato di ricordare che il premio era per i ragazzi.

Anche la Bignardi ammise che pur trovando strano l'abbinamento, il premio era comunque un riconoscimento ai veri protagonisti della trasmissione. Pietro Taricone cercò di dire qualcosa a sua volta ma, messo a tacere da Baudo, lasciò la sala invitando gli altri a seguirlo. Al contrario Cristina Plevani, Roberta Beta, Rocco Casalino e gli altri, preferirono prendere il microfono in difesa del loro programma. Marina La Rosa concluse la diatriba:

Se provochiamo ancora tutte queste diatribe significa qualcosa è grazie a voi se noi siamo quello che siamo.

Veniamo al presente, a 17 anni dall'episodio che lasciò il segno nella storia dei Telegatti, tutto cambia. Paradossalmente il giornalista sta per varcare la porta rossa della casa del Grande Fratello VIP, passando dall'altra parte dello steccato. Se riuscirà nell'impresa di fare divulgazione da concorrente nel reality show da lui contestato lo vedremo. Se si ripresentasse una situazione analoga oggi nel 2018, il giornalista reagirebbe allo stesso modo o lascerebbe correre senza alzare un dito? Ah, come si cambia!