Daniela Senepa, la rabbia dopo la clip virale: "Vige diritto di immagine, vado alla Polizia Postale"

La cronista Rai non ha preso bene l'ondata di notorietà social.

Daniela Senepa non ci sta. L'inviata Rai che nella giornata di mercoledì si è resa protagonista di un simpatico inconveniente durante un collegamento in diretta è intervenuta sul suo profilo Facebook per mettere le cose in chiaro.

Facciamo un passo indietro: la giornalista, corrispondente di lunga data della TgR Abruzzo, è diventata suo malgrado popolare per un servizio in onda negli scorsi giorni su RaiNews in cui, colpita alla mano dallo specchietto di un'ambulanza in corsa, si è lasciata scappare un'imprecazione dialettale.

Come sempre accade in questi casi, la clip è diventata virale, tra parodie, condivisioni e meme che però devono aver indispettito la cronista.

La Senapa ha quindi commentato così il clamore del suo inconveniente:

La giornalista non deve aver apprezzato l'ondata di celebrità involontaria. 

Nel pomeriggio del mercoledì poi, quando la vicenda era ancora "fresca", i toni erano decisamente meno pacati. La spiegazione del messaggio "Domattina vado alla Polpost [la Polizia Postale, compartimento delle Forze dell'Ordine dedicato alle frodi e ai crimini informatici, ndr], capito imbecille?" viene fornita nei commenti.

La giornalista, rispondendo ad un commentatore che sottolineava l'impatto del video e il numero in ascesa delle condivisioni, ha risposto: "Qualcuno si farà male perché mi sta facendo del male".

La cronista - come si registra tra i commenti  - è stata appoggiata da amici virtuali e non, che hanno apprezzato quantomeno la spontaneità ed espresso vicinanza in un momento così particolare.

La storia della tv è piena di bloopers, fuori onda e scivoloni divertenti (ricordate quelle sul sindaco di Genova?), ma non è detto che tutti abbiano la stessa sensibilità in merito, e quindi la reazione della giornalista è comprensibile. Una cosa è certa: ng*l a mamm't sarà la sensation del momento finché qualcun altro non scivolerà su una buccia di banana catodica, ed accade molto spesso.

  • shares
  • +1
  • Mail