E' successo in tv: 2 ottobre 1982 - Corrado conduce Fantastico 3

Oggi, nel passato: 36 anni fa l'approdo di Corrado in uno dei grandi varietà Rai.

Dallo studio Tv3 di Milano, Rai 1 trasmette la terza edizione di Fantastico per la regia di Enzo Trapani. Dopo le prime due edizioni di rodaggio con Loretta Goggi nel 1979 seguita nel 1981 da Claudio Cecchetto insieme a Heather Parisi, Walter Chiari, Gigi Sabani, Oriella Dorella, Romina Power e Memo Remigi, arriva il turno di uno dei diamanti grezzi del varietà: Corrado.

Insieme al conduttore c'è anche Raffaella Carrà con la quale aveva già fatto coppia per due edizioni di Canzonissima nel 1970 e 1971. Il cast era ricco, ai due presentatori si affiancarono anche Renato Zero per le performance musicali e Gigi Sabani come imitatore.

Un'importante novità del programma legato alla storica Lotteria Italia riguarda un quiz che riporta alla memoria un altro celebre tallone d'Achille della RAI: Campanile Sera. Il gioco viene realizzato tramite collegamenti da due località italiane, una del nord ed una del sud. Uno dei concorrenti interagisce con l'altro componente della coppia giocando a giochi popolari come moscacieca, caccia al tesoro o indovinelli. Tutti i collegamenti erano condotti da Ramona Dell'Abate e Marina Perzy.

Fantastico 3 è ricordato soprattutto per alcuni brani che, nati nello show, diventarono cult anche a livello discografico. Basti ricordare il debutto di Carletto, brano di Corrado e Ballo ballo, sigla d'apertura di quell'edizione cantata da Raffaella Carrà.

Non è tutto, Renato Zero presente per buona parte del programma, presentò alcuni brani dal suo album Via Tagliamento 1965/1970, tra cui la sigla finale Soldi e la sigla del suo segmento personale, la celebre Viva la Rai. Una nota stonata a proposito: il cantante scelse di abbandonare il varietà per sua volontà a causa di polemiche con l'azienda. Affermò che i dirigenti RAI avevano apportato al suo spazio (Fantastico Zero) pesanti tagli e censure.

Ciò nonostante, il successo della terza edizione fu indubbio per ben 14 puntate, tanto che la trasmissione finale datata 6 gennaio 1983 registrò un ascolto record di circa 27 milioni di telespettatori incollati al televisore.

 

  • shares
  • Mail