Francesco Pannofino a Blogo: "Romolo+Giuly come Boris? Paragone impossibile, ma ai giovani piacerà" (VIDEO)

Guarda la video intervista di Blogo all'attore che nella serie di Fox interpreta il romano che si finge milanese per portare nella Capitale la settimana della moda

C'è anche Francesco Pannofino nel cast di Romolo + Giuly - La guerra mondiale italiana, la nuova serie targata Fox Networks Group in prima visione assoluta dal 17 settembre alle 21:15 su FOX (canale 112 di Sky). L'attore interpreta Edoardo Pederzoli, presidente della Regione Lombardia, ma in realtà romanissimo e laziale sfegatato. Messo in carica da Massimo Copulati come emanazione del suo potere, Edoardo cerca di favorire la romanizzazione meneghina. È il padre di Giangi, promesso sposo di Giuly Copulati.

A margine della conferenza stampa di presentazione della serie, Blogo ha incontrato Pannofino e gli ha rivolto alcune domande. In apertura di post trovate il video integrale dell'intervista, mentre di seguito vi proponiamo una parziale trascrizione delle sue risposte:

Il mio personaggio è romano, ma si finge milanese, è un cazzaro. Vuole portare a Roma la settimana della moda per avere più modelle, più 'fregna'. Attraverso l'umorismo, il paradosso e l'assurdo qui si racconta la storia di due ragazzi, uno di Roma Sud, una di Roma Nord, che hanno problemi ad incontrarsi per via delle diverse estrazioni sociali. Questa serie come Boris? Paragonare le due storie è impossibile. Boris fu una fortunata iniziativa dovuta al coraggio di Fox e di Wildside, mise in luce la creatività di autori e attori che non avevano ancora avuto modo di dimostrare di valere. Era una metafora dell'Italia, con virtù e difetti, è entrato Qui è tutta un'altra storia, ma i giovani apprezzeranno: ci sono ironia, paradossale, belle figure come autori e un cast eterogeneo.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail