B come Sabato, Andrea Delogu ci mostra lo studio in anteprima (VIDEO)

Una guida d'eccezione negli studi di B come Sabato, dal 15 settembre su Rai 2 per seguire il campionato di Serie B e raccontare la provincia italiana.


"Sono felice e agitata per questo debutto: tanta tensione e tanta voglia di non deludere"

così Andrea Delogu alla vigilia della prima di B come Sabato, che la vedrà alla conduzione da domani, sabato 15 settembre, dalle 13.30 alle 17.00 al fianco di Gabriele Corsi con Marco Mazzocchi e Gigi e Ross. E' proprio lei a farci da guida d'eccezione nel tour dello studio, disegnato dalla scenografa Tiziana Fiorillo e allestito a tempo di record - come sottolineano tra i ringraziamenti i vertici aziendali - dalle operose maestranze del Centro di Produzione Rai di Napoli.

Un selfie-tour decisamente 'esclusivo'  - ma sì, fateci usare un termine spesso abusato in tv - e in anteprima che ci permette di vedere lo studio non solo dal punto di vista della conduttrice, ma anche da quello dei 'contenuti' che ogni sua parte è chiamata ad ospitare. Il cuore è nei due spazi compatti e contigui che mettono in relazione Rai 2 e Radio 2: il programma infatti ha una sua versione radiofonica condotta da Angela Rafanelli e Mauro Casciari che non si limita al commento di quanto avviene in onda ma si fa essa stessa tv, ospitando nel proprio 'angolo' ospiti, contest e momenti di spettacolo che intervalleranno i match e i diversi momenti delle oltre tre ore di diretta. Le evocazioni dei tardi Sixty/Seventy sono quasi un omaggio alla storia del CPTv di Napoli che iniziò a trasmettere proprio da questo studio: correva l'anno 1962, come ricorda il direttore Francesco Pinto. Da sottolineare le sei telecamere posizionate solo  nello studio principale, più un braccio: diciamo pure che è un piccolo miracolo di costruzione e gestione dello spazio.

Torniamo alla nostra 'cicerone': reduce dalla terza puntata di Stracult, prossima al ritorno con Arbore e Frassica in Guarda stupisci, impegnata anche in radio, per la Delogu B come Sabato è una sfida nuova. Lo è anche per Rai 2, che sceglie di raccontare la provincia italiana attraverso la lente della Serie B e di dar spazio gli sport cosiddetti minori, con curiosità è leggerezza. Lo spiegano con chiarezza il vicedirettore di Rai 2 Fabio Di Iorio e il capo degli autori Dario Viola, presentando i contenuti delle prime puntate e la filosofia del progetto.

Noi, però, vi rimandiamo al video di apertura col tour 'firmato' da Andrea Delogu, che ringraziamo per la disponibilità e per la simpatia. Ovviamente seguiremo la prima di B come Sabato in liveblogging e ne approfittiamo per fare l'in bocca al lupo a tutta la squadra.

 

 

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail