Tutta Salute, la debunker Carlotta Mantovan tra il granitico Mirabella e il chirurgo Spada

Riprendono gli appuntamenti di Tutta Salute, in onda a partire dal 10 settembre su Rai 3 alle 10.45. Recensione della prima puntata

Tutta Salute, la recensione


A tutta birra con Tutta Salute. Non che il modo di dire si adatti alla perfezione alla puntata che è andata in onda oggi e che ha segnato l'inizio della terza stagione autunnale della trasmissione di Rai 3, se non fonicamente e per il brio dell'intramontabile Michele Mirabella. Dimentichiamo la birra e ogni bevanda alcolica: oggi, finiti sotto i riflettori della rubrica sulla salute e benessere, l'ipertensione e i disturbi ad un'anomala pressione arteriosa.

Le trasmissioni che riempiono il palinsesto mattutino di Rai 3 condividono un intento divulgativo piuttosto evidente: se Agorà mira a parlare al pubblico di attualità con linguaggi distanti da quelli del politichese e Mi Manda Rai Tre si occupa di sciogliere i nodi della burocrazia, Tutta Salute fornisce consigli pratici per mantenere una sana alimentazione e per prevenire le patologie più comuni. Mirabella e Spada, senza indossare il temuto camice bianco dei dottori e degli scienziati, rispondono concretamente a quelle domande topiche che chiunque di poco esperto in medicina potrebbe porre. Un sostegno reale, vero servizio pubblico, che quest'anno vede coinvolta anche Carlotta Mantovan.

La giornalista, compagna del compianto Fabrizio Frizzi, entra nella squadra di Tutta Salute in qualità di debunker, colei che smaschererà bufale e sciocchezze antiscientifiche diffuse soprattutto sul web, a volte figlie di credenze popolari o di campagne mediatiche ingannevoli. A lei viene affidato l'ultimo spazio della trasmissione, quest'oggi occupato dal delicato tema dei vaccini. Il sorriso radioso della donna non riesce a non far trapelare una certa tensione, più che naturale, causata dal ritorno in video: gli occhi bassi sulla cartellina, la meticolosità e la prosodia da telegiornalista sono elementi sintomatici di quella voglia di non deludere le aspettative di un pubblico molto affezionato. Si scioglierà col tempo, il piglio c'è.

Tutta Salute, il liveblogging della prima puntata


10.47

| Inizia con due minuti di ritardo la terza stagione autunnale di Tutta Salute, che parte con il racconto del sommario della puntata, incentrata sul tema dell'ipertensione e dei vaccini.

10.49 | Viene accolta in studio Carlotta Mantovan, new-entry della trasmissione, che si occuperà di demistificare le bufale e i vecchi rimedi casalinghi che non sortiscono gli effetti millantati.

10.50 | Il professor Borghi viene intervistato da Michele Mirabella. La domanda del giorno: come tenere sotto controllo la pressione? Viene evidenziata una differenza tra gli studi americani ed europei, dettati dai diversi stili di vita media e dalla dieta.

10.54 | Pier Luigi Spada si offre come volontario per una misurazione della pressione in diretta. Lo strumento necessario per la determinazione della pressione si chiama sfigmomanometro, un sostantivo formato da sfigmo- (dal greco σϕυγμός cioè "polso") e manometro, strumento per la misura della pressione dei fluidi.

10.58 | Se un tempo si tendeva a non valutare la pressione arteriosa dei bambini, ora il pediatra può consigliare un'analisi della pressione del sangue anche ai giovanissimi. Quali i sintomi di disturbi legati all'ipertensione? Mal di testa, palpitazioni, acufeni e sensi di caldo al volto, ad esempio. Il sangue dal naso? Un'avvisaglia che è una fake news.

11.04 | E se l'ipertensione è di famiglia? Bisognerebbe operare sui cromosomi. È possibile, però, marginare le influenze genetiche con uno stile di vita sano, meno sedentario. Arriva la prima chiamata della stagione, Maria Pia da Roma, che chiede il motivo per cui solo alla terza misurazione riesce a cogliere il reale valore della pressione. Il professore in studio afferma che le linee guida prevedono che anche i medici misurino la pressione per tre volte, non solo chi usa strumenti in casa.

11.08 | Mirabella racconta che l'uomo ha cominciato a darsi delle spiegazioni sul perché il sangue fluisce sin dalla notte dei tempi, con scarsi risultati. Ancora nel 1600 gli scienziati ritenevano che il flusso del sangue esprimesse a pieno la vitalità dell'uomo, ma non ne conoscevano le regole. Il primo a capire che il sangue si muove e che il suo centro è nel motore del cuore è stato William Harvey, mentre le prime misurazioni sono attribuite ad un reverendo. L'inventore dello sfigmomanometro moderno è Scipione Riva-Rocci, che non volle nulla per il brevetto.

11.13 | Si parla di fibre, composti eterogenei dal punto di vista chimico, ma che hanno in comune un elemento che li rendono unica categoria: sono composti che non vengono distrutti durante il processo digestivo e che solo nel colon subiscono una trasformazione. La popolazione italiana non vanta una dieta ricca di fibre, la cui assunzione deve essere controllata da chi ha problemi con l'intestino.

11.17 | La fibra per dimagrire? A parità di volume, un elemento ricco di fibre fa massa e favorisce il senso di sazietà, aiutando quindi chi ne consuma regolarmente a mantenere un peso regolare.

11.19 | L'esordio di Carlotta Mantovan: solare, sorridente, piglio giornalistico. I falsi miti da smascherare sono legati alle false credenze sulla dannosità dei vaccini. Un tema scottante.

11.23 | Il mito del legame tra vaccini e autismo è vecchia di venti anni e l'autore della ricerca è stato radiato dall'Ordine dei Medici. Interviene anche Mirabella con l'aneddoto di un'amica di famiglia che portò una volta il figlio a giocare con un bambino malato di morbillo per un contagio immediato. Un vaccino sui-generis.

11.26 | Smentita la fake news a proposito delle case farmaceutiche che spingono alle vaccinazioni obbligatorie per motivi economici: i vaccini rappresentano una percentuale infinitesimale nel quadro dei guadagni di queste aziende. Fondamentale vaccinarsi anche per l'influenza stagionale, consiglio valido soprattutto per le persone anziane e coloro che soffrono di problemi respiratori. La trasmissione volge al termine sul piccolo schermo, ma continua con una diretta Facebook insieme al professor Borghi, intervenuto in apertura di puntata.

Tornano i consigli e i consulti di Tutta Salute, la trasmissione sulla salute e il benessere di Rai 3, di nuovo in onda da lunedì 10 settembre alle 10.45. Quest'anno il team di conduttori si arrichisce di un nuovo elemento: Pier Luigi Spada e Michele Mirabella accoglieranno tra loro la giornalista Carlotta Mantovan, che avrà l'arduo compito di smascherare le bufale e le credenze popolari che hanno a che fare con la medicina e le cure fai-da-te. Una vera e propria debunker, che affidandosi alla voce degli esperti, accerterà o smentirà la validità scientifico del rimedio casalingo di puntata.

Tutta Salute, la puntata e gli ospiti


Il primo appuntamento con la salute si aprirà con un'ampia pagina dedicata ad una patologia piuttosto diffusa, l'ipertensione, di cui il professor Claudio Borghi del Sant'Orsola di Bologna illustrerà cause, conseguenze e consigli pratici per la prevenzione. Spazio anche alla guida alla corretta alimentazione, con una rubrica con la dottoressa Marina Carcea del Crea sugli alimenti ricchi di fibre, e ai vaccini, tema caldo degli ultimi mesi, affrontato insieme al virologo e ricercatore Fabrizio Pregliasco.

Tutta Salute, come vederlo in tv e in streaming


È possibile vedere Tutta Salute dal lunedì al venerdì, dalle 10.45 alle 11.30, su Rai Tre. La diretta è raggiungibile anche sul sito RaiPlay.

Tutta Salute, Second screen


Tutta Salute vanta una pagina Facebook dedicata e un profilo Twitter. L'hashtag con cui commentare la trasmissione è #tuttasalute.

  • shares
  • +1
  • Mail