Forum speciale Genitori e figli: temi sociali affrontati in salsa attoriale ed informazione effetto TG

Il programma di Barbara Palombelli ritorna in una domenica pomeriggio d'estate per quasi 5 ore di diretta.

Si è consumato il primo atto della 34° edizione di Forum. Una maratona di 4 ore e 50 hanno catalizzato la domenica pomeriggio di Canale5. Sì, è domenica pomeriggio per chi non se ne fosse accorto. E' il dì di festa ma non per la rete ammiraglia Mediaset che piazza uno speciale a tema di attualità nella giornata in cui tanti ombrelloni in spiaggia sono ancora aperti. Un rischio che Forum corre senza timori.

Per l'inaugurazione della sua nuova stagione, la trasmissione di Barbara Palombelli confeziona un prodotto che stona con il senso di una domenica pomeriggio televisivo dallo spirito intrattenitivo (ma di quello se ne parlerà tra una settimana).

Forum riaccende i riflettori sulle vicende che riguardano genitori e figli, centrando l'attenzione in particolar modo sui giovani e su episodi di responsabilità ma anche di bullismo, violenza, dipendenza da droghe, tristemente attuali. La prima storia ne è l'esempio lampante: una madre porta suo figlio in causa perché ritenuto violento. Il dibattimento è forte, le urla pure, così come le altre due storie (di aspetto diverso ma dai toni accesi). Un'abitudine della trasmissione che conoscono bene soprattutto i giudici arbitro, spesso trasformati in educatori per mettere a tacere il concerto di grida.

Se il messaggio che si vuole far passare è quello di non usare la violenza, le grida e gli insulti non sono l'antidoto giusto per farlo recepire al pubblico a casa. Se le storie sono reali, meno lo sono i protagonisti: il modo di raccontare e di atteggiarsi dei contendenti aspirano a scuole di recitazione più che ad un aula di tribunale. Non è tutto, per l'intera puntata, in più occasioni si sono udite in sottofondo le voci dei suggeritori che indicavano ai protagonisti delle cause le frasi da pronunciare. Un errore da brividi.

L'altra faccia della medaglia, meritevole e giusta per la trasmissione, è il taglio giornalistico. I nuovi volti entrati nel cast (oltre che quelli già conosciuti) hanno aggiunto del loro con interviste, inchieste, dati e approfondimenti che offrono un'ottica informativa completa e precisa, degna di una rubrica da testata giornalistica.

Gli interventi in studio degli opinionisti riguardo alle cause rimangono interessanti, nonostante più volte l'argomento abbia rischiato di cadere nei cliché che avrebbero rimarcato teorie già risapute. Il parterre di opinionisti non ha banalizzato il tema né superficializzato i problemi tra genitori e figli, al contrario ha dispensato riflessioni e indicato soluzioni. Da vedere se il pubblico avrà apprezzato

Barbara Palombelli, microfono in mano ed espressione serafica, conduce dalla sua postazione in versione moderatore, guidando il programma a suo completo agio e tenendo a bada qualche animo surriscaldato senza perdere la pazienza. Un pregio che fa da garanzia alla sua conduzione arrivata (e affermata) al suo sesto anno consecutivo.

Forum speciale Genitori e figli | 9 settembre 2018 | Diretta


14:08

 | Anteprima, "Tra poco iniziamo in diretta, avremo 3 grandi donne: Maria Giovanna Ruo, Melita Cavallo e l'avvocato matrimonialista Annamaria Bernardini de Pace".

14:13 | Si comincia con una nuova sigla ed un logo parzialmente modificato. Barbara Palombelli entra festosa: "Buona Domenica a tutti! Parleremo di genitori e figli, un argomento che sto attraversando anche io". Squadra di assistenti in assetto elegante.

14:17 | La Palombelli anticipa i temi della puntata e apre con un omaggio anche a Lucio Battisti: "Oggi è anche una giornata speciale per i ragazzi giovani e meno giovani, 20 anni fa ci lasciava Lucio Battisti" suonano le note de "Il mio canto libero"

14:21 | Primo caso della puntata, la morte di Michele Ruffino, in studio c'è la madre Maria Catrambone Raso per parlare di suo figlio e fare il suo appello contro il bullismo che ha causato la morte del figlio.

14:25 | "Sono stata una madre presente, anche troppo. Mi sono rimasti solo i ricordi di mio figlio, nessuno me lo riporterà indietro".

14:27 | Pubblicità

14:33 |Prima causa di oggi: Giovanna chiede che suo figlio Alessandro venga allontanato da casa sua perché pericoloso e reinserito in una struttura di recupero.

14:38 | Giovanna accusa di Alessandro di averle messo le mani addosso. Lui non attacca e urla, urla tanto: "Sei patetica! Ma cosa stai dicendo!?". Giovanna è molto agitata e chiede di bere un bicchiere d'acqua e riprende: "Io e mio marito non gli davamo soldi perché li spendeva in droga e alcol. Mi ha messo le mani sulla mia gola, mi ha distrutto la casa"

14:42 | I referti ospedalieri incastrerebbero Alessandro, il giudice Maria Giovanna Ruo: "I segni al collo addosso a suo madre, risultano". Lui non studia e non lavora e lo rivendica con orgoglio: "Nel 2018 posso fare quello che voglio".

14:45 | Si chiude la prima parte del caso, si apre il dibattimento in studio. Don Roberto Dichiera: "I genitori hanno sempre ragione anche se da adolescenti non vogliamo crederci. Io sono stato un ragazzo troppo ribelle. Ho toccato droghe, andavo in discoteca, alzavo la voce, bestemmiavo. La ribellione è innata in ognuno di noi, ma va controllata"

14:50 | "Non è possibile che un genitore debba obbligare un figlio ad inserirlo in una comunità di recupero contro la sua volontà. Ma se lui violenta la madre lo si può far arrestare" parola del magistrato Claudio Galoppi. Fulvio Abbate: "Povera madre e povero figlio"

14:51 | Pubblicità. Per fare un primo punto, l'argomento è slegato su più fronti e viene affrontato senza troppi fronzoli. La storia di per se è forte, il botta e risposta tra madre e figlio lascia rumoreggiare il pubblico, appassiona.

15:00 | Giulia Lea Giorgi è andata a San Patrignano, nel centro di riabilitazione per giovani. Ogni anno ne accoglie 30. Claudio Lotti, educatore del centro: "Devi riuscire a fargli capire che c'è un problema e che bisogna risolverlo".

15:06 | Si ritorna in studio, da San Patrignano c'è Antonio Boschini (responsabile terapeutico della comunità): "Tutte le persone che usano droghe non lo fanno per divertimento. Chi rimane dipendente dalla droga, gli sembra che tutti i problemi possano risolversi così"

15:13 | Fulvio Abbate: "Sono cresciuto in una generazione in cui molti amici si sono distrutti con la droga. Nel caso di Alessandro c'è un problema di assunzione di responsabilità" Giovanna lo interrompe: "Lei ha ragione, ma lui è un violento".

15:16 | Pubblicità

15:21 |  Si riprende, mentre Barbara Palombelli riassume il primo caso di oggi, in sottofondo si sentono alcune voci. Qualche microfono aperto potrebbe essere fatale.

15:26 | Dicevamo dei microfoni aperti, forse anche troppo: in sottofondo un suggeritore (ha una voce femminile) dice le frasi che esattamente un secondo dopo vengono pronunciate da Alessandro. Male, malissimo.

15:31 | Rientra il giudice Maria Giovanna Ruo: "Rigetto la domanda di Giovanna di collocamento di Alessandro in casa famiglia in quanto inammissibile, accolgo la richiesta di allontanamento del figlio maggiorenne dalla casa famigliare ordinando di non avvicinarsi nemmeno ai luoghi frequentati dalla madre che sarà assistita dagli assistenti sociali quale vittima di abuso. La legge incarica Giovanna di un assegno di mantenimento mensile di 250 euro" L'udienza è tolta

15:39 | Pubblicità - Fine prima parte

15:42 | Inizia la seconda parte con la seconda causa che vede l'esordio del nuovo giudice: Melita Cavallo.

15:45 | Giorgio e Federica hanno deciso di non assegnare un sesso ad andrea per evitare qualsiasi preconcetto di genere.

15:48 | Troppo caos effetto pollaio. Il giudice si altera ed invita per più volte a calmare gli animi, l'acustica in studio ogni volta è sempre più pessima.

15:51 | L'attorialità dei contendenti è talmente plateale che si sfiora la fiction da 2% di share.

15:53 | Le urla sono così forti che non si capisce dove vogliono andare a parare i contendenti. Una cosa si è capita Franca ha portato in causa Giorgio e Federica, suo genero e sua figlia, chiede l'affidamento esclusivo di Andrea, suo nipote oltre che la decadenza della responsabilità genitoriale. Non ha mai visto suo nipote da quando è nato.

15:55 | Pubblicità, forse è meglio anche per le nostre orecchie.

16:02 | Giorgio: "La lingua italiana così com'è l'Itlaia è arretrata. Con Andrea siamo costretti ad utilizzare frasi come 'Mi figl* come sei bell*' Invece di "Ti sei lavato o lavata i denti" noi diciamo "Hai lavato i denti?". Franca: "Sono due folli! Questo nipote crescerà frustrato!" Nulla, la pausa pubblicitaria è servita a nulla.

16:06 | La perizia della dottoressa Annamaria Casale, psicologa consulente di parte: "Questo bambino viene vissuto come una proprietà. I genitori paradossalmente professano la libertà attraverso la massima rigidità, definiscono il sesso un puro accidente fisico. Il non scegliere per il bambino è la più rigida delle scelte". Federica critica la psicologa accreditando la sua disamina come tendenziosa.

16:11 | Pubblicità.

16:18 | Chiusa la prima parte della seconda causa, la discussione si sposta con i commenti. Giorgio ha dei libri al suo fianco come "la dichiarazione dei diritti dei maschi" che parla di vestirsi come si vuole, sia da maschio che da femmina. I genitori di Andrea hanno affidato questo nome a loro figlio per non determinargli il sesso.

16:24 | Si parla di linguaggio di genere. Elena Testi (new entry nel cast della trasmissione) è andata ad intervistare un membro dell'accademia della Crusca, Cecilia Robustelli, per dimostrare come la lingua italiana possa rispettare tutti i generi: "Mettere la U o l'asterisco alla fine di un maschile o femminile è un marchingegno complicato"

16:28 | Barbara Palombelli ha parlato ad inizio puntata di una storia sconvolgente, è una testimonianza raccolta da Claudio Giambene. Camilla, una mamma che si è trasferita in Spagna, paese che accoglie un'identità di genere che è diverso dall'identità sessuale: "Mio figlio è maschio ma si sente non solo maschio. Quando io gli chiedo se si sente maschio o femmina lui mi risponde io sono io. In questo momento mio figlio è felice. L'Italia? un paese vecchio"

16:32 | Per Don Roberto questo caso non è un'evoluzione della società ma una confusione. Giorgio ci va giù pesante: "E' colpa del Vaticano" ma la Palombelli lo ferma: "Non lanciare accuse a caso"

16:36 | Entra in scena Camilla, sorella di Giorgio. Accusa immediatamente Franca.

16:48 | Il dibattimento prosegue, torna in studio il giudice Melita Cavallo insieme alla perizia del Professor Francesco Montecchi che smonta l'atteggiamento dei genitori di Andrea. In studio si riaccendono gli animi, Giorgio non riesce a contenersi.

16:54 | Pubblicità

16:58 | Tra poco un'intervista a Vladimir Luxuria, ma prima c'è l'intervento di Cecilia che si scaglia contro Franca: "Sei piena di odio e di rancore verso le persone di genere"

17:00 | "A quattordici anni ho confessato di essere omosessuale, in famiglia erano tutti felici" dice Cecilia, ma quando gli altri mi prendevano in giro ho pensato di suicidarmi.

17:03 | Intervista a Vladimir Luxuria in un locale: "Come nel mio caso, se sei omosessuale, lo sei. Preferisco una società in cui ognuno può decidersi di fare le sopracciglia come vuole. Ci sono genitori che decidono di tenere i bambini in un limbo, il problema vero è capire i tuoi figli. Se ti accorgi che tuo figlio ha un atteggiamento diverso, non lo devi reprimere". Intanto il pubblico dà ragione a Franca, il risultato è chiaro

17:10 | La parola passa al giudice Melita Cavallo per la sentenza, durante la lettura più volte viene interrotta da Giorgio e Federica. Il giudice (giustamente) sbotta: "Lei non è mai stato in un tribunale!?"

17:12 | Il giudice ha deciso secondo la legge, Giorgio e Federica sono sospesi dalla responsabilità genitoriale, sarà nominato uno psicologo per la coppia e in più gli saranno affidati i servizi sociali attraverso un centro di mediazione famigliare.

17:16 | Pubblicità

17:20 | Terza parte dello speciale e terza causa che viene presieduta eccezionalmente da un giudice arbitro d'eccezione: Annamaria Bernardini de Pace.

17:30 | Alessia chiede che Sabrina, mamma del suo ex fidanzato si adoperi per fargli riconoscere loro figlio e che la aiuti economicamente.

17:39 | Anche in questo caso le due donne urlano, ma urlano anche i suggeritori che indicano ciò che devono dire i contendenti. Per chi ha le orecchie aguzzate, si possono sentire quasi chiaramente.

17:42 | In studio c'è anche Christian, l'ex fidanzato di Alessia: "Ho avuto un rapporto sessuale con lei. Ho pensato a godermi la situazione e a non pensare alle conseguenze" de Pace: "Ma lei sa come nascono i bambini?" Christian "Sì che lo so, ma pensavo prendesse la pillola. Io non riconosco mio figlio, non rientra nei miei piani". Interviene Alessia: "Lui non si sente abbastanza uomo". Il quadro è già abbastanza chiaro per il giudice che si ritira per deliberare.

17:48 | L'argomento sui ragazzi che credono di sentirsi grandi rapisce. Maura Manca, psicoterapeuta ospite in studio: "C'è un problema di responsabilità. Manca un'educazione sessuale fin da quando sono bambini. Si sentono grandi ma sono superficiali. Sono grandi, ma si trovano dal punto di vista sessuale completamente immaturi"

17:52 | Pubblicità.

18:02 | Elena Testi si è recata ad un centro per l'interruzione della gravidanza all'ospedale San Camillo di Roma per capire meglio l'uso dei contraccettivi da parte dei giovani. Ha raccolto anche dei dati importanti, 4 adolescenti su 10 hanno rapporti senza protezione.

18:08 | Al ritorno in studio Barbara Palombelli chiede a Paolo Ciavarro quando ha avuto il suo primo rapporto sessuale: "A 13 anni" parte un applauso (perché?). Le discussioni tra Alessia e Christian riprendono, lui e sua madre rimangono della loro opinione.

18:11 | Pubblicità.

18:18 | Si riprende. L'illuminazione di Maura Manca azzera tutte le litigate avvenute fino ad ora: "Stiamo parlando di un bambino"

18:24 | Un filmato, gli assistenti del programma si sono snodati per la capitale in cerca di risposte su che età si può avere un rapporto sessuale. La media è tra i 17 e i 18 anni.

18:28 | Alla fine è accaduto, il doppio senso era dietro l'angolo e così è stato. Appena si cita la banana parte la ridarola in studio.

18:30 | Pubblicità

18:34 | Ultima parte dello speciale che riparte dal rituale della bilancia. Il pubblico in studio da completa ragione ad Alessia, un solo sassolino per Sabrina.

18:36 | "Adesso spieghiamo ai ragazzi come dal piacere conseguono dei doveri" esordisce così Annamaria Bernardini de Pace per la lettura della sentenza.

18:39 | Il giudice dichiara Christian padre biologico di Alessandro che ne assumerà il cognome postponendolo a quello della madre, affida Alessandro alla madre con il diritto di visita del padre. Christian dovrà versare 400 euro al mese per il mantenimento e lo condanna a pagare gli arretrati accumulati ad oggi (4 mesi) per un totale di 1600 euro.

18:43 | Il programma termina quì. Fra poco più di 12 ore Forum inizia ufficialmente il suo corso giornaliero, al mattino alle 11 su Canale 5 e al pomeriggio su Rete 4.

Forum speciale Genitori e figli | 9 settembre 2018 | in diretta dalle 14


Oggi pomeriggio, 9 settembre 2018, il tribunale di Forum riapre i battenti su Canale 5. Il programma, giunto alla sua 34° edizione, inaugura la nuova stagione con un lungo speciale in diretta condotto da Barbara Palombelli (al timone del programma per il sesto anno consecutivo).

Il tema di cui si occuperà lo speciale è intitolato Genitori e figli. Un argomento che sarà sviscerato in 3 cause: la prima affronterà il tema della responsabilità dei genitori e delle comunità quando un ragazzo disagiato diventa maggiorenne, riportando nell’aula del foro più famoso del piccolo schermo una situazione analoga al caso di Pamela Mastropietro che tanto ha scosso gli animi della nostra società. La seconda causa affronterà la libertà di determinazione autonoma del sesso. Infine, la terza ed ultima causa coinvolgerà un genitore minorenne.

Ritroveremo uno studio rinnovato ed il cast di assistenti confermato con Paolo Ciavarro, Camilla Ghini, Sofia Odescalchi ed Edoardo Donnamaria. Nel parterre ci saranno i giornalisti Claudio Giambene, Giulia Lea Giorgi, Elena Testi ed altri ospiti per commentare i vari dibattimenti.

Per quanto concerne la prestigiosa rosa dei giudici, ritornano alcuni volti già conosciuti: Francesco
Foti, Nino Marazzita, Maria Giovanna Ruo e Simona Napolitani. A questi nomi, presto potrebbero aggiungersi nuove personalità di spicco della giurisprudenza italiana.

Anche in questa nuova stagione Forum vuole stare al passo coi tempi, trattando cause nate da storie di vita quotidiana, scaturite sia da divergenze sentimentali che da questioni patrimoniali, ma anche dai nuovi temi della vita moderna, sia in ambito pubblico e sociale sia in ambito familiare, risolti secondo l’arbitrato previsto dal Codice di Procedura Civile.

Forum | Dove vederlo in tv e in streaming


La puntata speciale di Forum andrà in onda eccezionalmente domenica 9 settembre dalle 14:05 alle 18:40 circa su Canale 5. La versione giornaliera della trasmissione andrà in onda a partire da lunedì 10
settembre 2018, alle ore 11.00, su Canale 5 e alle ore 14.00 su Retequattro con Lo Sportello di Forum.

E' possibile seguire Forum in live streaming sul portale mediasetplay.mediaset.it nella sezione Dirette tv, mentre le puntate integrali si possono recuperare nel servizio OnDemand del sito.

Forum | Second Screen


Forum

ha una pagina ufficiale su Facebook e un profilo Twitter @forummediaset. Noi vi consigliamo di seguire su TvBlog la prima puntata, a partire dalle 14.00.

  • shares
  • +1
  • Mail