Pressing in modalità "Tiki Taka", il restyling non c'è

La prima puntata e la recensione.

Quando si tira fuori dal cassetto un programma televisivo legato a piacevoli ricordi o ad anni semplicemente più leggeri e felici, l'attenzione su di esso viene moltiplicato, come minimo, per dieci.

E' il dazio da pagare, o uno dei dazi dei pagare (un altro è l'inevitabile paragone con il predecessore), quando si viene assaliti dalla voglia di mettere in atto un'operazione nostalgia, non rinunciando, ovviamente, e anche giustamente, alla contemporaneità (negli ultimi anni, si sono registrati parecchi casi come questo).

Il restyling di Pressing non ha funzionato per il semplice motivo che il programma andato in onda questa sera, domenica 2 settembre 2018, non era Pressing e, quindi, non era un restyling.

Il nuovo programma di approfondimento calcistico di Canale 5 si è rivelato essere un qualcosa non troppo distante da Tiki Taka (e nemmeno troppo distante dal dimenticabilissimo Balalaika) al quale è stato appioppato il marchio di Pressing per un motivo oscuro, non per forza furbescamente.

La delusione è stata palpabile fin dai primi secondi.

Può apparire come una minuzia ma l'assenza del tavolo, che avrebbe discostato in maniera notevole il nuovo Pressing dal fratello Tiki Taka fin da subito, si è percepita.

E questo è solo un esempio.

La disposizione degli ospiti, alcuni ospiti, Pierluigi Pardo in piedi a dirigere il traffico con il suo inconfondibile stile ricordano Tiki Taka, è eloquente.

Da Balalaika, è stato preso il "muro" dei tifosi, l'escamotage per offrire al pubblico qualcosa che vada oltre il semplice approfondimento sportivo. Stesso discorso: è Balalaika, è Tiki Taka, non è Pressing. Tra l'altro, escamotage di cui si potrebbe fare volentieri a meno.

Non per forza, quando si riprende in mano un format televisivo storico, è obbligatorio riproporlo in una versione fedelissima all'originale. Se guardi il nuovo Furore, però, pensi al vecchio Furore, se guardi il nuovo Milano - Roma, pensi al vecchio Milano - Roma, se guardi la nuova Corrida, pensi alla vecchia Corrida, se guardi il nuovo Pressing, pensi a... Tiki Taka.

Il programma c'è, l'utilità, vista e considerata la Serie A versione "spezzatino", anche, ma ora Mediaset si ritrova in casa due programmi doppioni. Probabilmente, Tiki Taka manterrà il proprio piglio casinaro al contrario di Pressing che risulta essere più calmo e più "educato" ma il registro è il medesimo.

Inoltre, e il seguente è un altro discorso, si percepisce anche qualche problema di sintonia tra Pardo e le sue due colleghe, Elena Tambini e Giorgia Rossi.

Teniamoci stretto, solo l'omaggio iniziale a Raimondo Vianello, l'unica cosa che ha scaldato il cuore questa sera.

  • 23:19

    Inizio trasmissione. La prima puntata di Pressing si apre con un omaggio a Raimondo Vianello. Pardo: "Il paragone non ci può stare...". Pardo saluta anche Marino Bartoletti e presenta subito gli ospiti in studio. Vanno in onda gli highlights di Sampdoria - Napoli.

  • 23:23

    In studio, c'è il "muro" dei tifosi. Dopo gli highlights, sono andati in onda interviste ai tifosi. Al ritorno in studio, opinione di Ciro Ferrara. Christian Vieri ricorda di aver fatto zero gol di tacco. Seguono le pagelle di Samp - Napoli.

  • 23:27

    Christian Vieri critica il turn over di Carlo Ancelotti. In studio, si dedica spazio al gol di tacco di Fabio Quagliarella. Vieri, già scatenato con le battute.

  • 23:31

    Pucci si arrabbia perché Pardo gli ha bruciato la battuta. Dopo aver ascoltato la battuta, ringraziamo Pardo. Vanno in onda una serie di gol di tacco famosi.

  • 23:35

    Va in onda un'intervista a Fabio Quagliarella. In studio, si analizza il deludente calciomercato del Napoli. Vieri rimprovera ironicamente Pardo per una domanda sulla Samp (Vieri venne ingaggiato dalla Samp ma se ne andò qualche settimana dopo senza giocare).

  • 23:39

    Va in onda un'intervista molto sintetica di Defrel, giocatore della Samp. Vieri: "Io mi facevo un "bucio" durante la settimana, quando facevo gol, esultavo!". Vieri e Pardo, ormai, coppia comica. Vieri difende a spada tratta Cristiano Ronaldo, ancora a secco di gol.

  • 23:43

    Va in onda un servizio dedicato a Cristiano Ronaldo. Nel "muro" dei tifosi, c'è un sosia dell'asso portoghese. Secondo Vieri, Ronaldo si deve ambientare.

  • 23:47

    Ciro Ferrara paragona Pardo a Ronaldo: "Anche tu quando sei passato da Sky a Mediaset, avrai avuto qualche problema...". Elena Tambini procede con i primi episodi di moviola.

  • 23:51

    Giorgia Rossi si alza per intervistare il sosia, che tanto sosia non è, di Cristiano Ronaldo. Va in onda un video pubblicato su YouTube dedicato a lui.

  • 23:55

    Vanno in onda gli highlights delle partite della Lazio e della Fiorentina. In studio, piovono complimenti sulla squadra viola. Christian Vieri è favorevole al Var: "Io non ero mai in fuorigioco".

  • 23:59

    Va in onda dichiarazione in conferenza di Carlo Ancelotti. Nel "muro" dei tifosi, c'è Carlo Pellegatti, storico tifoso del Milan. I tifosi gli hanno dedicato uno striscione durante Milan - Roma.

  • 00:09

    Dopo la prima pausa pubblicitaria, va in onda un filmato su C. Ronaldo, Icardi e Higuain, tutti a secco di gol. Vieri difende tutti gli attaccanti. Pucci indossa una strana collanina e Pardo, ovviamente, l'ha notata.

  • 00:13

    Va in onda un filmato dedicato a Radja Nainggolan, calciatore dell'Inter, con una breve parentesi sulla sua chiacchierata vita privata. Nel "muro" dei tifosi, c'è un ex tronista di Uomini e Donne.

  • 00:17

    Ciro Ferrara ha ammesso di aver fatto solo una sciocchezza durante la sua carriera. Secondo Vieri, l'Inter può arrivare in Champions ma non può lottare per lo scudetto. Elena Tambini si concentra sull'esultanza di Nainggolan dopo il gol: un inchino.

  • 00:21

    Giorgia Rossi racconta la storia di un calciatore sudcoreano del Tottenham che ha evitato il servizio di leva di 21 mesi. Vanno in onda i servizi di altre due partite di Serie A.

  • 00:25

    A Torino, la partita è ripresa dopo circa un'ora a causa della pioggia. La pioggia evoca brutti ricordi a Ferrara. Va in onda intervista a Gennaro Gattuso, allenatore del Milan, vittorioso contro la Roma. Vieri difende anche Gattuso.

  • 00:29

    In studio, si parla dei repentini cambi di opinione dei giornalisti nei confronti degli allenatori. Vieri difende anche Cutrone e non vuole sentir parlare di pagelle o scale. Pucci: "Quando dico una cosa io, non mi caghi?".

  • 00:31

    Christian Vieri aveva paura di Paolo Maldini quando ha giocato nel Milan: lo rivela Pucci.

  • 00:39

    Pardo ricorda gli appuntamenti di Canale 5 con la Uefa Nation League. In studio, si apre un dibattito sulla nazionale azzurra. Vieri e Pucci la buttano in caciara.

  • 00:43

    Va in onda un servizio dedicato alle Instagram Stories di Vieri e Pucci. Guido Bagatta è il tifoso della Samp presente nel "muro". Va in onda un servizio dedicato al "bomberismo" ossia le imprese social di Vieri.

  • 00:47

    Pucci: "Dietro tutto questo, c'è una regia". Vieri svela anche la nascita casuale della Bobo Dance, uno dei tormentoni di quest'estate. Ferrara: "Marcare Vieri era abbastanza semplice".

  • 00:51

    Va in onda un servizio dedicato ai gol di Vieri con sottofondo degli Oasis. Vieri: "Stavo meglio prima, quando giocavo". Pardo intervista Vieri: in studio, si abbassano le luci.

  • 00:55

    Christian Vieri, a breve, diventerà papà per la prima volta. Vieri: "Ho sempre avuto la testa a posto".

  • 00:59

    Vieri ha la passione per il cinema. Vanno in onda gli highlights delle partite restanti. In studio si parla di Kevin Prince Boateng, calciatore del Sassuolo, a quota 2 reti.

  • 01:03

    Christian Vieri diventerà papà di una femminuccia. Si parla dei figli dei calciatori: da Cristian Totti a Cristiano Ronaldo Jr.

  • 01:07

    Viene aperta una finestra anche sulla Formula 1, con la vittoria di Hamilton a Monza. Vieri: "Io non ho la macchina".

  • 01:14

    Dopo la terza pausa pubblicitaria, in studio si parla della Roma, reduce dalla sconfitta con il Milan.

  • 01:18

    Va in onda un servizio dedicato a tutti i gol, anche quelli già visti. Vieri: "Ancora?".

  • 01:20

    La prima puntata di Pressing termina qui.

Pressing è un programma di approfondimento calcistico condotto da Pierluigi Pardo, con la partecipazione di Giorgia Rossi ed Elena Tambini, in onda su Canale 5, in seconda serata, a partire da oggi, domenica 2 settembre 2018.

Pressing | Puntata 2 settembre 2018 | Anticipazioni


Questa sera, prenderà il via su Canale 5 la nuova versione di Pressing, lo storico programma di approfondimento calcistico condotto da Raimondo Vianello e da Marino Bartoletti durante gli anni '90 e andato in onda su Italia 1.

Il programma tornerà sui nostri schermi a distanza di 19 anni.

Pressing proporrà agli appassionati di calcio una sintesi accurata del turno di campionato di Serie A, con i gol, gli highlights, la moviola, i collegamenti con i campi e i dibattiti in studio.

Oltre a Pierluigi Pardo, affiancato da Giorgia Rossi ed Elena Tambini, in studio ci saranno anche il comico Pucci e Ciro Ferrara.

Ospite della prima puntata sarà Christian Vieri.

Pressing | Dove vederlo


Pressing andrà in onda su Canale 5, a partire dalle ore 23:10.

Il programma sarà visibile anche in streaming sul sito ufficiale di Mediaset Play dove sarà possibile rivederlo anche dopo la messa in onda.

Pressing | Second Screen


Sport Mediaset è presente sul web con un sito ufficiale.

Su Facebook, inoltre, è presente la pagina ufficiale di Sport Mediaset.

Su Twitter, invece, l'account ufficiale di Sport Mediaset è il seguente: @Sport_Mediaset. La puntata si può commentare in diretta con l'hashtag #Pressing.

Per chi vuole seguire il programma in liveblogging, infine, il programma sarà disponibile in tempo reale su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 23:10.

  • shares
  • +1
  • Mail