Maurizio Costanzo a TvBlog: I protagonisti della televisione

Oggi Maurizio Costanzo parla dei protagonisti del piccolo schermo

Maurizio Costanzo a TvBlog: I protagonisti della televisione

La terza puntata della rubrica di e con Maurizio Costanzo in questa calda estate su TvBlog è dedicata ai protagonisti del nostro piccolo schermo. Con Costanzo parleremo di tutti quelli che vanno in video, siano essi conduttori o attori.

Analizzeremo dunque insieme all'inventore del talk show televisivo nostrano i volti che quotidianamente vanno in video, chi tutti i giorni, chi meno spesso e faremo con Costanzo anche un'analisi sul ruolo di ieri e di oggi di questa categoria dei lavoratori della televisione.

I protagonisti del piccolo schermo

di Maurizio Costanzo

Quando feci lavorare con me Fiorello a Buona Domenica, ricordo che dissi ad un giornale: ecco il nuovo Walter Chiari e feci un complimento enorme a Rosario. Ecco, accostare Chiari a Fiorello, è anche un modo per parlare delle eccellenze del passato e di quelle di oggi. Però mi devo fermare qui a Fiorello per accostare i livelli di bravura dei grandi del passato a chi c'è oggi. Per carità, sono bravi per esempio Gigi e Ross, non lo metto in dubbio, ma siamo al piccolo intrattenimento e non al comico stile Chiari e Fiorello, che da soli tengono in piedi un intero spettacolo.

Quando lavoravamo con Falqui a Bambole non c'è una lira c'era Pippo Franco, ma anche Christian De Sica, c'era Loredana Bertè, ma anche Isabella Biagini e via dicendo. Nel passato c'era una quantità enorme di mostri di bravura, mi vengono in mente, oltre a Walter Chiari, Gino Bramieri, Paolo Panelli, Renato Rascel, con cui ho lavorato in "Metronotte di notte", Bice Valori e molti altri. Se noi nominiamo questi, ci accorgiamo di come siamo messi oggi.

Per quel che riguarda i conduttori e mi spiace se sembra che debba per forza rimpiangere il passato, ma non è colpa mia, penso ai 4 moschettieri: Mike, Corrado, Tortora e Baudo e il paragone con quelli di oggi non regge. Certo, sono bravi Gerry Scotti, Paolo Bonolis, Carlo Conti, è pure bravino questo Gabriele Corsi del trio Medusa che conduce ora Reazione a catena, ma se penso a Mike, Corrado, Tortora e Baudo dico: ma quando mai! In quelli di oggi mi pare manchi un guizzo di follia, che nei 4 moschettieri c'era. Anzi mi chiedo perchè non fanno condurre ancora qualche programma a Pippo! Permettetemi poi un ricordo di Fabrizio Frizzi, un signore davvero che conduceva alla grande l'Eredità e che ha lasciato un vuoto incolmabile.

Maria invece è una specie di "ibrido", non è solo una conduttrice, ma è anche un autrice. Lei è stata la mia intuizione più felice. Ricordo quando dovemmo sostituire Lella Costa ad Amici, consigliai a Gori che dirigeva la rete allora di prenderla. La "ripulimmo" un po' dalla sua parlata spiccatamente pavese e poi la mandammo in onda. Ricordo quando venne una volta in ufficio Monica Vitti che sentendo la voce di Maria, disse che sarebbe stata la sua fortuna. Monica disse che con quel timbro così particolare, che portò fortuna anche a lei, avrebbe potuto far bene in televisione.

L'appuntamento è per domani mattina per la quarta ed ultima puntata di "80 voglia di Tv" dove festeggeremo il compleanno di Maurizio Costanzo facendo insieme a lui un viaggio nella sua lunga e fortunata carriera.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail