Sandro Piccinini lascia Mediaset dopo 30 anni: "Ma non vado in pensione"

Quale sarà il futuro di Sandro Piccinini?

sandro-piccinini-foto.jpg

“Incrediiibile”: Sandro Piccinini lascia Mediaset dopo trent'anni di onorata attività. La notizia era nell'aria da tempo, ma solo dopo l'ultimo match del mondiali di calcio è diventata ufficiale: “Per vari motivi, sia privati sia professionali, non ci sono più le condizioni per continuare. In attesa in futuro di trovare una proposta che mi stimoli, l’anno prossimo starò fermo. In agenda avrò solo viaggi e trasferte di piacere”, ha rivelato il telecronista simbolo del Biscione al Corriere della Sera per ufficializzare la sua dipartita. Lui, quella con Mediaset, la definisce “una favola lunga 30 anni”.

Ora, come ha aggiunto a Tv Sorrisi e Canzoni, si prenderà un periodo sabbatico all'ombra del Big Ben: “Ho un biglietto di sola andata per Londra, che è il mio rifugio. Andrò sulle rive del Tamigi a rilassarmi e a decidere cosa fare nel mio futuro”. Un futuro che, comunque, non sarà né in Rai né in Mediaset: “Se io fossi un direttore di Rai o di Sky onestamente non andrei a prendere il simbolo della concorrenza, mancherei di rispetto ai miei giornalisti. E poi dopo 30 anni nella stessa azienda non ho voglia di andare a Sky o in Rai, non mi ci vedrei. Magari, un giorno, tra tre anni, se dovesse arrivare un nuovo editore, un nuovo gruppo televisivo… un Amazon, un Google, un Facebook... allora, se non ho cambiato vita, faccio ancora in tempo a fare un giro”, aveva confidato proprio a Tvblog. Piccinini si riserva il diritto di valutare proposte stimolanti. Una cosa è certa, puntualizza: "Non vado in pensione". In bocca al lupo.

  • shares
  • Mail