Daria, arriva il reboot prodotto dai nuovi Mtv Studios

Daria, il popolare cartoon anni Novanta, avrà un reboot, grazie agli Mtv Studios, nuova casa di produzione che lavorerà soprattutto ai remake di serie cult del network

daria.jpg

Anche Daria, il cartone animato cult degli anni Novanta di Mtv, avrà un revival. E non sarà l'unica produzione che ha reso popolare il network americano in tutto il mondo: Mtv ha infatti annunciato la nascita di Mtv Studios, una casa di produzione che si concentrerà sulla realizzazione di contenuti originali, in particolare revival e reboot di titoli già noti al pubblico e che hanno fatto la storia del canale per adolescenti per antonomasia.

Tra le prime serie tv prodotte da Mtv Studios, quindi, ci sarà Daria & Jodie, reboot del popolare cartone animato che vedrà, nella sua nuova versione, una maggiore presenza, oltre che della protagonista, la sarcastica e misantropa Daria Morgendorffer, della sua migliore amica Jodie, già presente nella versione originale. Scritto da Grace Edwards (Unbreakable Kimmy Schmidt ed Inside Amy Schumer), Daria continuerà ad ironizzare sul mondo contemporaneo e la sua società, scherzando sulle manie del nuovo millennio.

Ma Daria & Jodie non sarà l'unico titolo che Mtv Studios produrrà: previsti anche il remake del primo reality della storia della tv, The Real World, un remake di Made, antesignano dei programmi makeover -in cui un adolescente, aiutato da un tutor, raggiungeva dopo sforzi e sacrifici un obiettivo che altrimenti avrebbe solo sognato- ed una versione live action della serie animata Aeon Fluix, altro cult della Mtv di qualche anno fa già diventato un film con Charlize Theron e che avrà come produttore esecutivo Jeff Davis (Teen Wolf).

Se ormai la notizia dell'arrivo di nuovi revival non stupisce più, incuriosisce il fatto che Mtv Studios non punta a tenere queste produzioni sulla propria rete televisiva, ma a venderle a servizi video on demand come Netflix, Hulu ed Apple. A spiegare le ragioni di questa scelta è stato il presidente di Mtv Chris McCarthy:

"La storia che racconteremo in tv sarà molto diversa rispetto a quella che racconteremo sulle piattaforme on demand. Ciò che riguarda l'animazione, la musica pura, gli adolescenti, sono prodotti che vedremo più on demand. La versione tradizionale ed amplificata dei reality unscripted continuerà ad andare in onda in tv".

Una scelta che potrebbe sembrare molto azzardata, ma che, considerati i contenuti, ha un senso: prodotti seriali come cartoni e serie tv, appunto, rendono molto di più, oggi, su quelle piattaforme che consentono la creazione di un palinsesto personalizzato, senza la costrizione di un appuntamento fisso stabilito dalla televisione. L'"evento" di un reality, con le polemiche al seguito, invece, meglio si addice al consumo televisivo, che fa ghiotti anche gli investitori.

Un'eccezione sarà The Real World che, però, è ben diverso dai reality come li conosciamo oggi:

"Ciò che lo rende speciale è la sua purezza. Non ha trucchi, non ci sono quegli elementi extra che servono oggi per funzionare in tv. Oggi c'è un'intera generazione che sperimenta la tv in un modo diverso rispetto agli adulti. Quindi possiamo riproporre quel formato, ovviamente aggiornato, con nuovi personaggi, nuove tensioni, nuovi argomenti, ma sempre con quell'idea di ciò che era Real World senza imbastardirlo per la tv".

Oltre ai titoli sopra citati, Mtv Studios produrrà anche delle novità: The Valley sarà una docuserie nello stile di The Hills e The City, mentre Mtv's Straight Up Ghosted racconterà il fenomeno tutto social del "ghosting", ovvero quando qualcuno all'improvviso sparisce senza dare spiegazioni. Tra gli altri titoli che potrebbero avere un reboot, invece, Beavis and Butt-head, sempre per le piattaforme online.

[Via DeadlineHollywood]

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 67 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO