Roseanne, come rimpiazzare la serie tv più vista della stagione?

Darlene o The Conners tra i possibili titoli dello spinoff di Roseanne, ma la ABC ancora non ha preso una decisione

Roseanne

La prossima stagione televisiva della ABC (canale broadcaster americano di proprietà della Disney) non è ancora iniziata ma già sta facendo penare i suoi vertici. La presentazione del palinsesto per la stagione 2018/19 al pubblico, ai giornalisti e, soprattutto, agli investitori pubblicitari, era stata fortemente incentrata su Roseanne/Pappa e Ciccia, tornata con un grandissimo riscontro di pubblico e rinnovata immediatamente per una seconda stagione.

13 episodi erano previsti in partenza in autunno e tutto lasciava pensare che altri potessero aggiungersi in corsa per coprire quasi tutta la stagione. Roseanne doveva servire a lanciare la nuova comedy ambientata negli anni '70 su una famiglia di origini irlandesi The Kids Are Alright e stabilizzare la serata del martedì.

Almeno questo era il piano fino alla serie di tweet razzisti e antisemiti di Roseanne Barr, protagonista e volto della serie tv, che in poco meno di 12 ore hanno portato ABC a decidere di troncare ogni rapporto con Roseanne Barr e con la serie.


Roseanne la serie tv più vista della stagione


I numeri di fine stagione, le tabelle riassuntive sullo stato delle serie tv, sono abbastanza chiare, Roseanne è stata la serie più vista della stagione 2017/18. Soltanto The Big Bang Theory con quasi 14 milioni la supera ma solo nella media stagionale dei dati Live, relativi al giorno di messa in onda, con Roseanne che si ferma a 13,3 milioni di spettatori. Già se passiamo a guardare il dato dei rating con il 3,29 Roseanne supera This is Us al 3.07 e The Big Bang Theory al 2.75. Nei tre giorni Roseanne raggiunge i 18,2 milioni e il 5.1 di rating, nei 7 giorni la media è di 19,96 milioni con il 5.7 di rating.

In poche settimane Roseanne è diventata il fenomeno della tv americana. In pochi giorni questo fenomeno si è trasformato in un incubo. A più di 15 giorni dalla cancellazione ufficiale, con spazi pubblicitari da piazzare e una stagione da far partire, ABC ancora non ha deciso con cosa sostituire Roseanne e i suoi milioni di spettatori.

Come sostituire Roseanne?


Una delle possibilità maggiormente percorsa negli ultimi giorni, porta ad uno spinoff di Roseanne (Pappa e Ciccia), una nuova comedy che mantenga intatta la famiglia ma senza il suo personaggio cardine che ne dà anche il nome. Una proposta partita dalla casa di produzione Carsey-Werner e fortemente sostenuta da Sara Gilbert, l'interprete di Darlene, che era stata fondamentale anche per riportare in vita Roseanne lo scorso anno. ABC ha ascoltato le proposte per la serie e, secondo quanto trapela, il punto inderogabile per la rete Disney è che Roseanne Barr non sia in alcun modo coinvolta nella serie, che il suo nome non sia quindi legato al nuovo progetto, nè possa trarne alcun beneficio economico.

Questa condizione vuol dire per i produttori dover trattare con Roseanne Barr visto e considerato che il personaggio è stato creato da lei. Secondo quanto riportano diversi siti USA come Hollywood Reporter e deadline, Roseanne Barr sarebbe disposta a trattare, visto anche che subito dopo la cancellazione della serie tv il suo primo pensiero è andato al cast e allo staff della produzione che si sarebbe ritrovato senza lavoro. Su questo fronte la questione sembra essere principalmente economica.

Gli attori hanno infatti da contratto una sorta di paracadute. Sara Glibert, John Goodman, Laurie Metcalf e gran parte del cast principale ha firmato l'accordo per il rinnovo ottenendo 300 mila dollari ad episodio. Anche nel caso in cui non si facesse lo spinoff otterrebbero il pagamento di 10 episodi, come se avessero lavorato. Proprio questa quota oltre al mantenimento della percentuale sullo sfruttamento delle precedenti 10 stagioni, sarebbero le condizioni economiche di Roseanne Barr su cui al momento stanno trattando.

Spinoff di Roseanne, Darlene o The Conners?


Una volta che la produzione è riuscita a far firmare l'accordo a Roseanne Barr, secondo deadline la ABC avrebbe sette giorni per decidere se ordinare o meno lo spinoff. Quindi la prossima sembra essere la settimana decisiva per conoscere il futuro della serie tv e probabilmente dello slot delle 8 pm del martedì di ABC. Anche se sembra difficile che l'eventuale nuova serie tv possa essere pronta per settembre, il non aver ancora annunciato il sostituto sembra indicare che ABC voglia prima prendere una decisione sull'eventuale spinoff probabilmente per capire se il sostituto dovrà essere necessario per poche settimane o se per una stagione intera.

Lo spinoff di Roseanne, secondo le indiscrezioni che arrivano dagli Stati Uniti, dovrebbe vedere tutti gli attori visti nella decima stagione, tranne Roseanne Barr e dovrebbe avere al centro, come cardine della famiglia, il personaggio di Darlene interpretato da Sara Gilbert. Sembra che ABC, autori e produttori stiano già ragionando sull'eventuale titolo con in ballo due possibilità Darlene e The Conners. La prima scelta, Darlene, è quella più ovvia, sostituire Roseanne con il nome del personaggio che la sostituirà al centro della serie, ovvero la figlia Darlene. The Conners manterrebbe molto forte il legame con la serie originale, concentrando però più l'attenzione sulla famiglia, rispetto ad un singolo personaggio.

Una volta ordinato lo spinoff l'incognita sarà, ovviamente, la reazione del pubblico. Gli ascolti alti della serie tv erano determinati dal ritorno di una serie amata, di personaggi che mancavano, dal racconto di una famiglia semplice alle prese con i problemi di tutti i giorni o dalla presenza di Roseanne Barr?

Impossibile prevedere questo aspetto. Così come anche l'approdo internazionale dell'eventuale serie tv, in Italia e non solo. I distributori venderanno anche la prima stagione revival? l'eventuale nuova serie tv sarà venduta come produzione separata dall'originale? vedremo mai i 9 episodi della decima stagione di Roseanne anche in Italia?

Tutte domande cui è difficile dare una risposta immediata ora. Sicuramente nei prossimi giorni dovremmo avere una risposta definitiva da parte di ABC e sapere se lo spinoff sarà ufficialmente ordinato o meno.

  • shares
  • Mail