Non è l'Arena, il blocco in diretta, quello registrato e il "miracolo" tricologico di Giletti

Miracolo tricologico per Massimo Giletti che, dopo la mezzanotte, si ritrova con i capelli allungati di qualche centimetro. Il blocco 'hot' presumibilmente registrato diversi giorni fa

giletti

Un miracolo ‘tricologico’ alla Cesare Ragazzi. Succede a Non è l’Arena, dove a Massimo Giletti basta un nero pubblicitario per ritrovarsi con i capelli allungati di qualche centimetro.

La trasformazione è avvenuta in occasione del passaggio dal blocco dedicato alla politica e a quello, ormai tradizionale, incentrato sull’universo hard, che fa capolino una volta oltrepassate le 24.

giletti

Nella prima parte il talk aveva affrontato la stretta attualità dominata dalla formazione del nuovo governo. In studio, oltre a Mario Giordano e Mario Sechi, anche Anna Ascani del Pd, Nicola Molteni della Lega e Paolo Cirino Pomicino, inossidabile rappresentante della ‘prima Repubblica’.

A provare la ‘diretta’ era stato un collegamento live con Luigi Di Maio, arrivato a Messina per una tappa della campagna elettorale in vista delle amministrative di domenica prossima.

giletti

In seguito si è toccato al tema delle pensioni e pure qui Giletti mostrava il nuovo taglio, mantenuto fino allo scoccare della mezzanotte. A quel punto, come in una sorta di incantesimo degno di Cenerentola, il conduttore si è ritrovato magicamente la vecchia chioma sulla testa.

giletti

La spiegazione più coerente e lineare potrebbe essere quella di un segmento registrato giorni fa e successivamente montato. Che Non è l’Arena non vada integralmente in diretta lo aveva ammesso lo stesso Giletti nella sera in cui fu costretto ad interrompere la puntata a causa dell’influenza. Di fronte alla sua impossibilità a continuare, la rete mandò in onda uno spezzone precedentemente confezionato.

  • shares
  • Mail