Un Giorno in Pretura, due prime serate per i 30 anni tra 'Loro' e 'Dogman'

Un Giorno in Pretura festeggia i suoi primi 30 anni con due speciali eccezionalmente nel prime time della domenica, il 20 e il 27 maggio. Al centro due casi di cronaca diventati film d'autore.

un-giorno-in-pretura-speciale-la-vita-e-un-film.jpg

"La vita è un film" è il sottotitolo dei due speciali di Un Giorno in Pretura in onda eccezionalmente domenica 20 e 27 maggio in prima serata su Rai 3 per celebrare i suoi primi 30 anni, tutti condotti dall'ormai leggendaria Roberta Petrelluzzi (che vediamo un po' più in basso in un'immagine di qualche anno fa).

In questo caso il 'film' è scritto nella carte processuali di due vicende di cronaca molto seguite e ricche di spunti, diventate materia per due film d'autore attualmente nelle sale cinematografiche.

giorno_in_pretura_roberta_petrelluzzi_telepress.jpg

Il primo speciale è incentrato sul processo Tarantini, quel 'Gianpi' al centro delle 'cene di gala' che si tenevano a Palazzo Grazioli per intrattenere l'allora Premier Silvio Berlusconi e i suoi amici, quei 'Loro' raccontati da Paolo Sorrentino della sua 'dilogia' dedicata al Cavaliere e a quel mondo sordido che si aggirava intorno a lui.

Il secondo speciale ruota intorno alla vicenda del cosiddetto 'Canaro' della Magliana, soprannome di Pietro De Negri, reo confesso dell'omicidio di Giancarlo Ricci, ex pugile e fama da criminale, torturato, ucciso e bruciato nel 1988. La vicenda del tolettatore di cani della periferia romana è stata d'ispirazione per Matteo Garrone che ha presentato il suo Dogman al Festival di Cannes 2018.

Due speciali d'autore, quindi, per un programma che ha fatto dei processi una delle narrazioni (mini)seriali più avvincenti della tv. Un gioiello ereditato da quella inimitabile Rai 3 di Angelo Guglielmi che va preservata per le generazioni successive.

  • shares
  • +1
  • Mail