Piazzapulita, Formigli interroga di nuovo Salvini: "C'è un veto verso il programma? Ci risponda"

A Piazzapulita Corrado Formigli si rivolge nuovamente a Matteo Salvini: "Esiste un veto della Lega verso il programma? Ci risponda. La crescita della responsabilità politica imporrebbe un atteggiamento più pluralista"

corrado-formigli.jpg

Nessuna risposta, nuovo appello. Corrado Formigli si rivolge ancora a Matteo Salvini chiedendo al leader del centrodestra per quale motivo la Lega continui a rifiutare gli inviti a Piazzapulita.

La settimana scorsa il giornalista aveva raccontato come non sia il solo Salvini a non partecipare al programma di La7, ma tutti i rappresentanti del partito, sindaci di paese compresi.

“In molti ci chiedono come mai non ci siano mai esponenti della Lega, non è che non li invitiamo, è che non vengono loro”, ha ribadito Formigli. “Ho chiesto se esiste un veto verso la trasmissione, non abbiamo ricevuto risposta. Salvini aspira a governare questo Paese, sarebbe opportuno che ci rispondesse”.


La sensazione diffusa è che ci sia un vero e proprio blocco dall'alto che Formigli associa alle posizioni critiche nei confronti della Lega mostrate dal talk negli ultimi mesi.

“Non vorrei che fosse questa la causa. E’ legittimo decidere di non venire, ognuno è libero di andare dove vuole. Però la crescita della responsabilità politica della Lega imporrebbe un atteggiamento più pluralista. Rinnovo la richiesta: esiste un veto nei nostri confronti? Il fatto che non ci sia stata risposta rafforza il nostro sospetto. Aspettiamo sue notizie caro Salvini”.

Ma se i tesserati leghisti evitano accuratamente Piazzapulita, lo stesso discorso non vale per il diretto competitor di Retequattro, Quinta Colonna. Ospite di Paolo Del Debbio, giovedì sera, c’era infatti il neo-governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, fresco di vittoria elettorale.

Sul finale di puntata, Formigli ha comunque ‘scagionato’ Salvini svelando una bufala ai suoi danni che da giorni circolava sui social. La fake news era relativa alla pubblicazione di una foto di Pietro Pacciani su un suo finto profilo, che era stato ‘scambiato’ per un anziano “che ha costruito questo Paese, ma che è stato distrutto dalla malapolitica”.

  • shares
  • +1
  • Mail