Cristina Parodi: "Domenica In? Chi parla di flop è in malafede". Facciamo chiarezza

Cristina Parodi dovrebbe confrontare gli ascolti della sua Domenica in con quelli de L'Arena di Massimo Giletti. Ma non le conviene.

cristina-parodi.png

Cristina Parodi, oltre a essere un'ottima giornalista, è anche una professionista brava a tirare l'acqua al suo mulino. Ce ne stiamo rendendo conto dalle ultime interviste rilasciate alla stampa sull'ultima edizione di Domenica In, da lei condotta su Rai 1. Due settimane fa ha dichiarato: "Una stagione che, effettivamente, è iniziata con polemiche, a parer mio anche eccessive, ma che ci ha portato poi a realizzare un programma che, settimana dopo settimana, si è consolidato, che comincia a fare ascolti assolutamente buoni".

Quest'oggi attraverso le pagine di Io Donna ha rincarato la dose, affermando che: "Se la mettiamo sugli ascolti, a me sembra che siano del tutto in linea con le ultime edizioni di Domenica in. E, quindi, chi parla di flop è in malafede. Certo, dall'altra parte, su Canale 5, la D'Urso viaggia con uno share ben diverso. Ma lì siamo dentro a una tv commerciale dove si può fare spettacolo con cronaca nera e gossip e le urla sono un format... detto che io, una tv urlata, non saprei neanche farla".

Facciamo chiarezza. Dal 2010 a oggi la media finale delle precedenti edizioni Domenica In è andata pian piano calando e l'attuale stagione, effettivamente, non si discosta di troppo da chi l'ha preceduta. Dal 17,73% di share registrato nell'edizione 2010/2011 con Lorella Cuccarini si è passati al 12,13% di un anno fa quando al timone del programma c'era Pippo Baudo. Quest'anno? Nonostante i numerosi cambi di rotta e i tentativi di trovare un'identità ben precisa, il contenitore (al momento) si ferma a 2.083.000 spettatori e 12,55% di share: una media "graziata" dall'eccellente risultato ottenuto in concomitanza con la puntata dedicata a Sanremo e dai buoni ascolti delle puntate natalizie (quando, insomma, la concorrenza era in ferie).

C'è un però: le precedenti edizioni del contenitore domenicale andavano in onda in un orario completamente diverso rispetto a quello attuale, quindi i dati non sono comunque paragonabili e i confronti non stanno in piedi. Pippo Baudo un anno fa iniziava alle 17.10, Paola Perego e Salvo Sottile l'anno precedente alle 16,45, e così via. L'edizione di Cristina Parodi, invece, prende il via alle 14 e termina attorno alle 16.45. Il paragone, semmai, andrebbe fatto con L'Arena di Massimo Giletti che occupava la stessa fascia oraria: l'ultima edizione andata in onda ha registrato una media finale di 3.078.000 spettatori e 18,91% di share. C'è poco da aggiungere.

Domenica in, ascolti dell'edizione 2017/2018


25 marzo
1.987.000 spettatori e 12.3% nella prima parte. 1.632.000 spettatori e 11.4% nella seconda parte

18 marzo
2.087.000 spettatori e 11.5%, nella prima parte. 1.703.000 spettatori e 9.7% nella seconda parte

11 marzo
1.980.000 spettatori e 11% nella prima parte. 1.595.000 spettatori e 9.1% nella seconda parte

4 marzo
2.359.000 spettatori e 14% nella prima parte. 1.906.000 spettatori e 12% nella seconda parte

25 febbraio
2.246.000 spettatori e 11.7% nella prima parte. 1.676.000 spettatori e 9.2% nella seconda parte

18 febbraio
2.185.000 spettatori e 11.7% nella prima parte. 1.645.000 spettatori e 9.4% nella seconda parte

11 febbraio (puntata su Sanremo)
4.930.000 spettatori e 26.8% nella prima parte. 3.970.000 spettatori e 23.2% nella seconda. 3.545.000 spettatori e 20.7% nella terza

4 febbraio
1.959.000 spettatori e 11.4% nella prima parte. 1.666.000 spettatori e 10.1% nella seconda parte

28 gennaio
1.848.000 spettatori e 11% nella prima parte. 1.340.000 spettatori e 8.5% nella seconda parte

21 gennaio
2.205.000 spettatori e 12.8% nella prima parte. 1.648.000 spettatori e 10.1% nella seconda parte

14 gennaio
2.314.000 spettatori e 13.6% nella prima parte. 1.681.000 e 11% nella seconda parte

7 gennaio (senza concorrenza)
3.063.000 spettatori e 18% nella prima parte. 2.622.000 spettatori e 16.9% nella seconda parte

31 dicembre (senza concorrenza)
2.728.000 spettatori e 16.5%

24 dicembre (senza concorrenza)
2.273.000 spettatori e 15.2%

17 dicembre (senza concorrenza)
2.246.000 spettatori e 14.4%

10 dicembre (senza concorrenza)
2.507.000 spettatori e 14.4%

3 dicembre
1.761.000 spettatori e 10.7%

26 novembre
non in onda

19 novembre
1.781.000 spettatori e 11.02%

12 novembre
1.845.000 spettatori e 11.26% nella puntata (lo spazio Domenica in Più della durata di 2 minuti: 1.630.000 e 11.26%)

5 novembre
1.971.000 spettatori e 10.74%

29 ottobre
1.523.000 spettatori e 9.3%

22 ottobre
1.846.000 spettatori e 11.1%

15 ottobre, prima puntata
1.706.000 spettatori e 12.3%

Media valori assoluti: 2.083.000. Media share: 12,55%.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 217 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail