Golden Globes 2018, le nomination: sorprese per Smilf e Tredici, Big Little Lies e Feud le più nominate. Una candidatura per The Young Pope

Le nomination dei Golden Globes 2018,i premi assegnati dalla stampa straniera ai miglior film e serie tv americani

Golden Globes 2018

Arrivano le nomination dei Golden Globes 2018, i premi assegnati annualmente dalla Hollywood Foreign Press Association, la stampa estera che lavora negli Stati Uniti, che quest'anno festeggiano le 75 edizioni. Tv e cinema sono al centro di queste importanti premiazioni, le cui nomination quest'anno sono state annunciate da Alfre Woodard, Garrett Hedlund, Kristen Bell e Sharon Stone. La cerimonia di premiazione, invece, si terrà il 7 gennaio prossimo, sulla Nbc, con la conduzione di Seth Meyers.

Come sempre, i Golden Globes riservano particolare attenzione non solo a quelle serie prevedibilmente nominabili, ma anche ad alcune sorprese. Così, se tra i drama compaiono titoli la cui nomination era prevedibile, come The Crown, This Is Us, Game of Thrones e The Handmaid's Tale, già vincitrice agli Emmy Awards, è tra le comedy che si trova molta più aria di novità: tra le nomination, infatti, ci sono anche The Marvelous Mrs. Maisel, Smilf e Will & Grace, il cui revival permette anche a Eric McCormack di portarsi a casa una nomination come Miglior attore comedy.

Sono proprio le categorie dedicate agli attori a riservare qualche sorpresa in più: Jason Bateman viene nominato per Ozark, Freddie Highmore per Bates Motel, Kevin Bacon per I Love Dick e Katherine Langford per Tredici. Sorpresa anche per The Sinner, che si porta a casa due candidature, una come Miglior miniserie e l'altra come Miglior attrice di una miniserie, con Jessica Biel. Immancabili, poi, tra le miniserie nominate, Big Little Lies, con 5 nomination, e Feud, con 4.

Per quanto riguarda i network, la Hbo è la più nominata, con 11 candidature, seguita da Netflix, con 10, Fx con 8 e da Showtime con 5. Infine, una nomination in parte anche per l'Italia: Jude Law è infatti stato nominato come Miglior attore protagonista di una miniserie con The Young Pope.

  • Miglior Drama
  • The Crown (Netflix)
    Game of Thrones (Hbo)
    The Handmaid's Tale (Hulu)
    Stranger Things (Netflix)
    This Is Us (Nbc)

  • Miglior serie comedy o musical
  • black-ish (Abc)
    The Marvelous Mrs. Maisel (Amazon Instant Video)
    Master of None (Netflix)
    Smilf (Showtime)
    Will & Grace (Netflix)

  • Miglior Miniserie
  • Big Little Lies (Hbo)
    Fargo (Fx)
    Feud (Fx)
    The Sinner (Usa Network)
    Top of the lake (Sundance Channel)

  • Miglior attore protagonista di una serie tv drama
  • Jason Bateman, per il ruolo di Martin "Marty" Byrde in Ozark (Netflix)
    Sterling K. Brown, per il ruolo di Randall Pearson in This Is Us (Nbc)
    Freddie Highmore, per il ruolo di Norman Bates in Bates Motel (A&E)
    Bob Odenkirk, per il ruolo di Jimmy McGill in Better Call Saul (Amc)
    Liev Schreiber, per il ruolo di Ray Donovan in Ray Donovan (Showtime)

  • Miglior attrice di una serie tv drama
  • Caitriona Balfe, per il ruolo di Claire Beauchamp in Outlander (Starz)
    Claire Foy, per il ruolo della Regina Elisabetta II in The Crown (Netflix)
    Maggie Gyllenhaal, per il ruolo di Eileen "Candy" Merrel in The Deuce (Hbo)
    Katherine Langford, per il ruolo di Hannah Baker in Tredici (Netflix)
    Elisabeth Moss, per il ruolo di Difred in The Handmaid's Tale (Hulu)

  • Miglior attore protagonista di una serie tv comedy o musical
  • Anthony Anderson, per il ruolo di Andre "Dre" Johnson Sr. in black-ish (Abc)
    Aziz Ansari, per il ruolo di Dev Shaw in Master of None (Netflix)
    Kevin Bacon, per il ruolo di Dick in I love Dick (Amazon Instant Video)
    William H. Macy, per il ruolo di Frank Gallagher in Shameless (Showtime)
    Eric McCormack, per il ruolo di Will Truman in Will & Grace (Nbc)

  • Miglior attrice protagonista di una serie tv comedy o musical
  • Pamela Adlon, per il ruolo di Sam Fox in Better Things (Fx)
    Alison Brie, per il ruolo di Ruth Wilder in Glow (Netflix)
    Rachel Brosnahan, per il ruolo di Miriam "Midge" Maisel in The Marvelous Mrs. Maisel (Amazon Instant Video)
    Issa Rae, per il ruolo di Issa Dee in Insecure (Hbo)
    Frankie Shaw, per il ruolo di Bridgette in Smilf (Showtime)

  • Miglior attore protagonista di una miniserie o film-tv
  • Robert De Niro, per il ruolo di Bernard Madoff in The Wizard of Lies (Hbo)
    Jude Law, per il ruolo di Papa Pio XIII in The Young Pope (Sky Atlantic)
    Kyle MacLachlan, per il ruolo di Dale Cooper in Twin Peaks (Showtime)
    Ewan McGregor, per i ruoli di Emmit e Ray Stussy in Fargo (Fx)
    Geoffrey Rush, per il ruolo di Albert Einstein in Genius (National Geographic)

  • Miglior attrice protagonista di una miniserie o film-tv
  • Jessica Biel, per il ruolo di Cora Tannetti in The Sinner (Usa Network)
    Nicole Kidman, per il ruolo di Celeste Wright in Big Little Lies (Hbo)
    Jessica Lange, per il ruolo di Joan Crawford in Feud (Fx)
    Susan Sarandon, per il ruolo di Bette Davis in Feud (Fx)
    Reese Witherspoon, per il ruolo di Madeline Mackenzie in Big Little Lies (Hbo)

  • Miglior attore non protagonista di una miniserie o film-tv
  • David Harbour, per il ruolo di Jim Hopper in Stranger Things (Netflix)
    Alfred Molina, per il ruolo di Robert Aldrich in Feud (Fx)
    Christian Slater, per il ruolo di Mr. Robot in Mr. Robot (Usa Network)
    Alexander Skarsgard, per il ruolo di Perry Wright in Big Little Lies (Hbo)
    David Thewlis, per il ruolo di V.M Varga in Fargo (Fx)

  • Miglior attrice non protagonista di una miniserie o film-tv
  • Laura Dern, per il ruolo di Renata Klein in Big Little Lies (Hbo)
    Anne Dowd, per il ruolo di Zia Lydia in The Handmaid's Tale (Hulu)
    Chrissy Metz, per il ruolo di Kate Pearson in This Is Us (Nbc)
    Michelle Pfeiffer, per il ruolo di Ruth Madoff in The Wizard of Lies (Hbo)
    Shailene Woodley, per il ruolo di Jane Chapman in Big Little Lies (Hbo)

    • shares
    • +1
    • Mail