Donatella Rettore: "Ho rifiutato Gf Vip e Pechino Express. Sanremo? Per carità, è una cosa stantia!"

La cantante ha preferito Tale e quale show: "A Pechino un giorno potrei anche andarci. Al Gf no perché finirei per litigare con tutti"

2017-09-22_213800.png

Intervistata dal settimanale Oggi, Donatella Rettore (nella foto mentre veste i panni di Caterina Caselli) alla vigilia della seconda puntata di Tale e quale show (in onda domani sera su Rai1) ha rivelato di essere stata cercata anche da altri programmi di successo. Tra questi il Grande Fratello Vip (come anticipato da Blogo durante l'estate) e Pechino Express:

Quest'anno mi volevano tutti. Ma io ho pensato, faccio la cantante e allora vado a Tale e quale show. Mi volevano sia a Pechino Express che al Grande Fratello Vip. A Pechino un giorno potrei anche andarci, con il mio truccatore. Al GF no perché finirei per litigare con tutti. Già l'ho fatto quando ho partecipato al reality show La fattoria. Eravamo zozzi, senza acqua potabile, senza sapone, brutti, sporchi e cattivi. In quelle situazioni esce la bestia che è in te.

Quindi, interpellata sulla possibilità di tornare al Festival di Sanremo, ecco la risposta che non pecca certo di chiarezza:

Per carità, è una cosa stantia, meno male che l'anno scorso ha vinto Francesco Gabbani e ha portato un po' di colore. Ci lamentiamo tanto che siamo un Paese per vecchi e poi l'unica manifestazione importante che abbiamo la facciamo in un ospizio a cielo aperto? Ma piuttosto spostiamola a Verona, all'Arena, oppure a Milano, che è il centro della musica.

  • shares
  • Mail