Nemo, seconda stagione dimostra che un programma tv si può migliorare (con tempo, idee e piccoli accorgimenti)

Nemo: la diretta della prima puntata della seconda stagione

La prima puntata della seconda stagione di Nemo dimostra in maniera inequivocabile il lavoro che gli autori hanno svolto sul programma nell’arco di un anno. Rispetto a 12 mesi fa, quando debuttava un po' confusamente su Rai2, la trasmissione condotta da Enrico Lucci e Valentina Petrini appare migliorata, soprattutto in termini di maturità ed equilibrio. Il merito è non soltanto di chi, come Alessandro Sortino, ci ha messo mano direttamente, ma anche della rete (Ilaria Dallatana in primis) che con - non scontata - pazienza ha consentito di farlo.

Restano, a livello di contenuti, la tendenza alla contaminazione di alto e basso, così come si confermano la qualità giornalistica di tutti i servizi trasmessi durante le due ore (speriamo che lo share non penalizzi questa scelta, civile e ormai in controtendenza, di non allungare il brodo) di programma e l'asciuttezza di fondo del racconto in studio.

Riproposta la novità introdotta a metà stagione scorsa, ossia il talk ‘laterale’ con due ospiti famosi, con lo scopo di alleggerire (troppo?) l'atmosfera. L’unicità di Nemo è però soprattutto nell’intensità dei monologhi sul palco.

Nemo Rai2 | Puntata 28 settembre 2017

  • 21.10

    Lucci e Petrini in studio al Tg2. Dopo Camera Cafè inizia Nemo!

  • 21.24

    "Il grido d'indipendenza della Catalogna" è il servizio che apre la puntata. Il tema è il referendum sull'indipendenza di Barcellona dalla Spagna.

  • 21.28

    Petrini e Lucci in studio. L'ex Iena al pubblico: "Vi hanno pagato gli applausi dello scorso anno?". Presentazione ospiti.

  • 21.29

    Puntata registrata, evidentemente.

  • 21.29

    Lucci deride i grillini: "Ho scoperto 10 giorni fa grazie a Wikipedia che esistono i poteri forti. Quindi sono sceso in campo".

  • 21.31

    Il servizio "Da sempre con il Movimento 5 Stelle", realizzato da Lucci.

  • 21.32

    Lucci incontra Taormina: "Ma che stai a fa qua?".

  • 21.34

    Lucci incontra anche Rocco Casalino e gli mostra la foto della sua uscita dalla Casa del Grande Fratello (un fotomontaggio con Lucci tra le persone ad applaudirlo sul tappeto rosso).

  • 21.35

    Quindi il video-appello del candidato Lucci.

  • 21.39

    Lucci incontra anche lo 'sfidante' Di Maio. Poi si torna in studio.

  • 21.40

    Lucci a Greco: "Per chi voti?". "E mo te lo dico, sì".

  • 21.41

    Lucci rimprovera Greco e Capotondi: "Non parlate tra di voi". Il giornalista: "Scusa".

  • 21.43

    Dopo la pubblicità il reportage della Petrini in Niger.

  • 21.48

    Si torna in studio, con la Petrini che parla guardandosi intorno. Introduce il suo reportage sul "viaggio di chi sogna il nostro Paese".

  • 21.53

    "Niger, dove nasce il traffico di essere umani" è il titolo del reportage. La Petrini parla in francese con gli uomini che vogliono arrivare in Italia, passando per la Libia.

  • 22.00

    Petrini a un trafficante: “Quanti esseri umani hai portato in Libia finora?” “Sono troppi per contarli”. Sul palco Lorenzo Cremonesi, inviato del Corriere della Sera, racconta la Libia.

  • 22.07

    Si torna al talk con Greco e la Capotondi, che ammette di non avere gli strumenti per approfondire la questione dei flussi migratori.

  • 22.09

    Un servizio si occupa di crescita demografica. Il servizio si intitola: "Quiz: come si fanno i bambini?". Fecundation quiz.

  • 22.10

    "Da dove esce il bambino?" "Dalla figa della mamma". "Il cordone ombelicale parte dalla testa".

  • 22.12

    Lucci interpella la Capotondi sull'astinenza praticata col compagno Pezzi: "Penso che in una coppia è importante trovare delle linee di intimità diverse da quelle sessuali".

  • 22.17

    Laura Bonasera incontra un donatore di sperma.

  • 22.24

    Lucci intervista dietro le quinte Lele Mora. Si parte subito dalla sua esperienza in galera.

  • 22.31

    Lucci: "Lele ci darà una grande notizia dopo la pubblicità. Se non lo arrestano durante la pubblicità".

  • 22.35

    La storia di Alessandro Pace, da commercialista a santone indiano.

  • 22.45

    In studio il figlio di Alessandro: Ram Pace. È stato lui a girare il documentario che racconta la storia del padre.

  • 22.51

    Lucci alleggerisce il clima rivolgendosi a Capotondi e Greco. Apprendiamo che l'attrice è del segno della vergine.

  • 22.52

    Lucci lancia il servizio sull'Isis a Marawi, nelle Filippine. A firmarlo è il "nostro nuovo grande acquisto Marco Maisano".

  • 23.02

    Maisano prova a prendere sonno, ma i bombardamenti e un chihuahua non lo permettono. Così ci scappa la risata.

  • 23.03

    Si torna in studio con Gino Pollicardo sul palco: nel 2015 fu rapito in Libia dall'Isis. Racconta la sua prigionia, durata 228 giorni.

  • 23.08

    Pollicardo: "Ci siamo sentiti abbandonati al nostro destino. Non mi fa dormire la notte una domanda: a chi possiamo sottoporre le nostre domande per ricevere le risposte?"

  • 23.14

    "Andiamo in un altro mondo". Petrini lancia il servizio di Lucci dal titolo "Il successo moderno, i nuovi ricchi e il dettaglio". Il dettaglio è la scelta del gatto.

  • 23.15

    "Non lo trovo volgare".

  • 23.22

    "Limoni che partono dappertutto".

  • 23.24

    Sul palco Lele Mora. Per lui ingresso allungato e passerella.

  • 23.24

    Mora: "Facevo l'agente dei vip. Sono tornato più aggressivo di prima, per regalare sogni a chi se li merita. Ritorno a seguire artisti che mi hanno voluto bene, forse ne scoprirò di nuovi. Su tanti ho sbagliato: credevo fosse gente che potesse crescere, poi si sono persi. Forse anche io mi sono perso. Mi sono creduto Icaro, ho volato ma sono caduto. In carcere. Oggi sono qua, felice e contento di dirlo a tutta Italia. Di me si è parlato tanto, ma per conoscere Lele Mora bisogna incontrarlo e capire chi è veramente". Lucci: "Chi è veramente Lele Mora?". Lui: "Un po' mi conosci". Replica: "Non mettere in giro strane voci".

  • 23.29

    Mora: "Il mio più grosso errore è stato mettermi in piazza, mi sono messo in mostra, ho fatto vedere il lusso. La gente pensava che io fossi miliardario, lo sono stato, ma ora non c'è più una lira. Berlusconi mi ha prestato 3 milioni, 1 e mezzo li ha mangiato Fede, gli altri li ho usati io per fare delle cosette. Ora riprendo a lavorare per mangiare, perché non c'è più una lira. Ho fatto lo stagista di mio figlio finora".

  • 23.29

    Mora: "Rifarei tutto e forse anche di più". Lucci: "La galera non ti ha insegnato niente!".

  • 23.30

    Mora spiega che i suoi figli gli hanno dato la forza di essere "un uomo vero".

  • 23.30

    Mora: "Secondo te, Silvietto nostro aveva bisogno di me per conoscere delle ragazze?".

  • 23.31

    Mora: "Berlusconi ora ha una suora che gli sta dietro".

  • 23.32

    Gli auguri a "Silvietto nazionale" che tra "un'oretta" (in realtà è mezz'ora, ma il programma è registrato) festeggerà il suo compleanno.

  • 23.32

    Petrini: "Tra poco inizia Stracult con Andrea Delogu". Povero Biggio. Finisce la puntata. A breve la nostra recensione.

petrini-lucci.png

Stasera alle 21.20 inizia la seconda stagione di Nemo - Nessuno è escluso, il programma di Raidue condotto dall'ex Iena Enrico Lucci e dalla giornalista Valentina Petrini. Blogo seguirà la puntata in liveblogging.

Nemo - Nessuno Escluso è un programma di Alessandro Sortino, coprodotto da FremantleMedia Italia.

Nemo - Nessuno è escluso | Anticipazioni e ospiti puntata 28 settembre 2017

Si comincia con il racconto della partecipazione di Enrico Lucci a Italia 5 Stelle, la convention annuale del Movimento di Beppe Grillo dove Lucci si è proposto come candidato premier in alternativa a Luigi Di Maio. I reportage di Valentina Petrini quest’anno partono dal Niger dove, dal 2015, il governo ha inasprito i controlli alle frontiere per limitare il transito dei migranti verso Libia e Algeria, rendendo ancora più ardui e pericolosi i viaggi di chi vuole passare.

Lorenzo Cremonesi del Corriere della Sera sale sul palco di Nemo e, appena rientrato dalla Libia, racconta la sua esperienza come inviato di guerra. Si prosegue con il viaggio straordinario nelle Filippine del nuovo inviato della squadra di Nemo, Marco Maisano. Mentre l’Isis viene sconfitta sul terreno siriano, le spore dello Stato Islamico attecchiscono anche in paesi lontani. Nella città di Marawi i miliziani hanno fondato una repubblica islamica che l’esercito filippino sta duramente combattendo da mesi. La crisi ha provocato 360 mila sfollati e la battaglia finora ha mietuto 860 vittime: 660 militanti, 147 tra i militari e altri civili. Si calcola che ci siano ancora 80 combattenti dell'Isis asserragliati. L’inviato Maisano racconta l’assedio. Laura Buonasera condurrà in un viaggio tra i donatori di seme clandestini, quelli che offrono il proprio seme a pagamento e quelli che lo fanno sotto forma gratuita.

Daniele Piervincenzi dalla Catalogna racconta le storie degli indipendentisti alla luce delle manifestazioni e delle proteste che si sono accese sul referendum per l’indipendenza. Baba Pace, il santone indiano di Roma partito per l'India negli anni 70, si chiama Alessandro Pace, è diventato santone indu e ha fondato uno dei più grandi templi indu d'Europa proprio a Roma. Un altro viaggio bizzarro di Enrico Lucci tra gatti costosi e giornate al Twiga racconterà il mondo dei nuovi ricchi. Sul palco ci sarà anche Lele Mora per raccontare la sua esperienza di vita nel lusso.

Ospiti della puntata anche il direttore del Giornale Radio Rai, Gerardo Greco, e l'attrice Cristiana Capotondi.

Nemo - Nessuno è escluso | Dove guardarlo in tv e streaming

Nemo - Nessuno è escluso va in onda su Rai2 ogni giovedì alle 21.20. È possibile seguire il programma in diretta streaming sul portale Raiplay.it. Sul medesimo portale è possibile rivedere la puntata nei 7 giorni successivi alla messa in onda.

Nemo - Nessuno è escluso | Second Screen

Nemo - Nessuno è escluso ha una pagina Facebook, un account Twitter e uno Instagram. L'hashtag ufficiale è #NemoRai2.

  • shares
  • Mail