Serie Tv, novità: Game of Thrones, confermati cinque possibili spinoff in lavorazione. Quale sarà scelto?

HBO conferma l'ordine del pilot di Watchmen di Damon Lindelof

Game of Thrones

Game of Thrones: sono ufficialmente cinque i possibili spinoff su cui sta lavorando HBO per trovare un seguito alla sua serie dei record dopo che l'ottava stagione, composta da sei episodi andrà in onda, forse nel 2019 (in Italia sempre su Sky Atlantic)o come sperano i fan nel 2018. Il quinto spinoff, cui aveva già accennato diversi mesi fa George R.R. Martin, è sviluppato da Bryan Cogman co-produttore esecutivo di Game of Thrones. Non ci sono attualmente dei tempi previsti per i cinque spinoff e una volta complete le sceneggiature, HBO le valuterà per operare la complicata scelta definitiva. In precedenza HBO aveva annunciato di essersi accordata con quattro sceneggiatori che stavano lavorando con Martin ai possibili spinoff che possono essere prequel, sequel, spinoff veri e propri o serie ambientate nello stesso universo. I quattro sono Max Borenstein (Godzilla, Kong: Skull Island), Jane Goldman (Kick-Ass, Kingsman), Brian Helgeland (Mystic River) e Carly Wray (The Leftovers ,WestworldMad Men).

Watchmen: adesso è anche ufficiale. Dopo l'indiscrezione di ieri alimentata dalla foto pubblicata da Damon Lindelof, arriva la conferma da parte della HBO che ha formalmente ordinato lo sviluppo del pilot di Watchmen e delle sceneggiature per i possibili episodi successivi. Warner Bros Tv sarà lo studio che si occuperà con Lindelof del progetto della versione televisiva del fumetto di Alan Moore e Dave Gibbons già portato al cinema nel 2009 da Zack Snyder (che non sarà coinvolto nella serie). Watchmen è una digressione satirica e distopica nel mondo dei supereroi. Ambientata nel 1985 nel pieno della Guerra Fredda, racconta di un gruppo di supereroi, per lo più ritiratisi dalle scene, che indagando sulla morte di uno di loro portano alla luce una cospirazione che potrebbe cambiare il corso della storia.

Manhunt: ITV ha ordinato una serie tv drama di genere true-crime, che racconta cioè un fatto realmente accaduto. Al centro di Manhunt ci sarà Martin Clunes nei panni del detective Colin Sutton che diede la caccia al serial killer britannico Levi Bellfield. La serie, scritta da Ed Whitmore, è basata sulla biografia di Sutton. La serie racconterà come l'omicidio nel 2004 della francese Amelie Delagrange, venne collegato con quelli di Marsha McDonnell nel 2003 e con il rapimento e omicidio di Milly Dowler nel 2002. Con pochi indizi in mano, solamente grazie alla costanza sua e dei suoi collaboratori Sutton riuscì a scoprire il serial killer. DRG si occuperà della distribuzione internazionale.

  • shares
  • Mail