Claudio Lippi a Blogo: "Esaurito mio ruolo di giurato, ora in gara a Tale e quale. Domenica In? Mai chiesta co-conduzione, è patata bollente" (VIDEO)

Per anni emarginato dalla tv, ora richiestissimo in Rai: "Non me lo spiego"

Claudio Lippi torna a Tale e quale show, ma cambia ruolo. Non più giudice, ma concorrente, o "protagonista", come ama definire Carlo Conti i vip che gareggiano a suon di imitazioni ogni venerdì sera su Rai1 (la settima edizione parte il 22 settembre 2017).

Non sarei mai tornato come giurato, ma non perché non mi piacesse il ruolo. Ho giudicato i miei colleghi per 5 edizioni e giudicare i colleghi è diverso dal giudicare, come succede nei talent, qualcuno che deve dimostrare di avere un talento. Il rischio era di diventare impietoso. Bisognava giudicare e l'ho fatto, ma facevo un po' la macchietta. Avevo un po' esaurito la capacità di sfoderare cose nuove. Non avevo mai pensato di fare il concorrente, ma Carlo Conti, i suoi autori, Endemol e la rete mi hanno convinto. Ci hanno messo talmente tanta passione che ho pensato pure che mi stessero prendendo per il cul*. Alla fine ho capito che un'esperienza è sempre meglio farla, soprattutto quando ti spaventa.

Il programma di Conti non sarà l'unico impegno stagionale per Lippi, che, infatti, sarà anche nel cast fisso di Domenica In (condotto da Cristina Parodi con la sorella Benedetta) e che lunedì ha debuttato in Me Anziano You TuberS su Radio 2. Una svolta nella sua carriera dopo anni di emarginazione dovuti evidentemente anche alla decisione, datata 2006, di abbandonare, con polemica, la Buona domenica di Paola Perego. Tutti temi trattati nella video intervista, che potete gustarvi integralmente in apertura di post.

claudio-lippi.png

  • shares
  • Mail