Fratelli di Crozza, le parodie di Feltri e Pisapia (video)

Maurizio Crozza si prepara al ritorno su Nove e anticipa i suoi nuovi personaggi.

Nuovi personaggi per Maurizio Crozza, su Nove da venerdì 22 settembre con la seconda edizione di Fratelli di Crozza. Dopo la parodia di Minniti, il comico ha svelato altre due nuove imitazioni, pronte a entrare nel repertorio del suo show: il conto alla rovescia verso il debutto di venerdì 22 è stato scandito dall'arrivo di Vittorio Feltri e di Giuliano Pisapia.

Crozza, quindi, continua a muoversi sul filone giornalistico/politico, alternando figure istituzionali e politiche ai nomi più 'controversi' della scena giornalistica italiana. Dopo Maurizio Belpietro e il suo Dalla vostra parte - diventato Maligno Belpietro, conduttore di Dalle nostre parti - tocca a Vittorio Feltri, che nell'assaggio promozionale propone il titolo quotidiano del suo "Libero". E chissà che la fantasia degli autori di Crozza riesca davvero a superare quella del direttore.

Sul fronte politico, invece, si resta in ambito centrosinistra, il più movimentato negli ultimi mesi, che vede la new entry Giuliano Pisapia, già sindaco di Milano e ora in cerca di collocazione nell'arco politico di sinistra con Campo Progressista, tra gli abbracci con Maria Elena Boschi e i contatti con Sinistra Italiana e Articolo 1.

C'è di che sbizzarrirsi, insomma. Ma per la prima di Fratelli di Crozza venerdì 22 settembre mi aspetto anche un nostalgico faccia a faccia tra Salvini e Bossi, freschi reduci da un braccio di ferro in quel di Pontida - e dalla sentenza per l'uso dei rimborsi elettorali della Lega -, e magari un intervento sulle Primarie del Movimento 5 Stelle. In fondo è tutta attualità politica. Un intervento di Razzi su Kim Jung-un e i venti di guerra in Corea del Nord lo do per scontato.

Appuntamento, quindi, con Fratelli di Crozza su Nove (DTT, 9) venerdì 22 settembre. Dal 29 poi ci sarà la sfida con Zoro, che debutta su La7. Ma questa è un'altra storia. Vi lasciamo a Giuliano Pisapia e Vittorio Feltri parodiati da Maurizio Crozza.

 

  • shares
  • Mail