Game of Thrones 8, saranno girati più finali alternativi per evitare fughe di notizie

La Hbo ha rivelato che saranno girati più di un finale alternativo di Game of Thrones, in modo che si possa evitare di far scoprire quello vero prima della messa in onda

Game of Thrones

La settima stagione di Game of Thrones, oltre ad ascolti record (l'ultima puntata è stata vista da 12 milioni di telespettatori), ha anche collezionato una serie di episodi poco piacevoli legati ad attacchi hacker, che hanno rischiato di mettere in pericolo la segretezza delle trame delle puntate che dovevano ancora andare in onda. Il quarto episodio -uno dei più belli della stagione- ad esempio, è stato pubblicato online prima che la Hbo la trasmettesse, così come è accaduto con la sesta puntata, per un errore, però, di Hbo España.

Se la penultima stagione della serie diventata, nel corso degli anni, un appuntamento imperdibile per milioni di persone nel mondo, ha subìto una forte pressione da questo punto di vista, figuriamoci cosa succederà con l'ottava ed ultima stagione ed, in particolare, con l'ultimo episodio.

Per questo, il presidente del network Casey Bloys, durante un incontro con gli studenti del Bethlehem’s Moravian College, ha rivelato che è intenzione sia degli autori della serie che della rete stessa di realizzare numerosi finali alternativi di Game of Thrones. Neanche gli attori sapranno quale tra questi sarà quello che andrà in onda: in questo modo, si augurano, risulterà molto più difficile per chi vorrà rovinare la sorpresa ai fan raggiungere il proprio obiettivo.

"Bisogna fare così quando si lavora su una serie che dura da tanto", ha spiegato Bloys. "Perchè quando giri una scena, la gente lo sa. Quindi [gli autori] gireranno diverse conclusioni, in modo che non ce ne sia una definitiva fino al finale".

Non è in realtà la prima volta che le produzioni di alcune serie tv lavorano su più finali per depistare i più curiosi: è già successo, ad esempio, con altre serie tv della Hbo, come Six Feet Under ed I Soprano, ma anche, su altri network, come fece la Amc con Breaking Bad.

Intervistato da Entertainment Weekly a questo proposito nei mesi scorsi, il co-creatore della serie D.B. Weiss spiegò che autori e produttori hanno in mente un modo per evitare fughe di notizie. "Non ve lo diremo", aveva spiegato ai tempi, "perchè se lo facessimo qualcuno troverebbe il modo di aggirarlo".

L'altra preoccupazione di Bloys è legata alla ricezione che il pubblico avrà dell'ultima puntata di Game of Thrones: negli ultimi anni, alcuni finali di serie tv hanno deluso i fan, con molteplici commenti negativi online. "I finali sono difficili da scrivere", ha ammesso, "se pensate a Six Feet Under, quello era un buon finale. Ma se pensate a Seinfeld, ad I Soprano o a Breaking Bad, ognuno ha una sua opinione a riguardo".

Bloys ha anche chiarito che non c'è ancora una data di messa in onda dell'ultima stagione, che inizierà ad essere girata ad ottobre fino a, pare, agosto. Tempi che porterebbero ad un possibile debutto addirittura nel 2019. "La produzione sta cercando di tracciare un piano per le riprese e per gli effetti speciali", ha detto. "La serie ha dimostrato che la tv può essere tanto spettacolare quanto il cinema, o anche di più", aveva spiegato a questo proposito ad Entertainment Weekly. "Avete visto le battaglie della settima stagione, quello che faremo nell'ottava lo renderà un grande show".

  • shares
  • Mail