Piazzapulita ha tutto quello che deve avere il giornalismo

Piazzapulita, la puntata del 14 settembre 2017

Piazzapulita si conferma, ancora una volta, esempio di giornalismo televisivo di qualità.

Lo fa con il bel reportage (perfetto per contenuti, tempi e confezione) realizzato da Corrado Formigli a Raqqa trasmesso in apertura. Lo fa nonostante la presenza in studio di una sempre più indisponente Rula Jebreal, che un po’ troppo personalizza ("Sono in minoranza qui, unica donna musulmana di colore contro tre-quattro uomini bianchi") la, a volte faticosa, discussione incentrata invece su Isis e accoglienza dei migranti.

Lo fa nella parte finale di puntata (come al solito troppo lunga – chiusura oltre la mezzanotte e cinquanta) dedicata al tema caldo dei vaccini. Un dibattito - comprensibile a tutti - che dà spazio a tutte le posizioni e che viene arricchito dai precisi ed emozionati servizi firmati da Andrea Casadio. Formigli non resta in posizione neutrale, ma dichiara il suo punto di vista in maniera diretta, pur riuscendo mantenere imparzialità nella moderazione dell’interessante discussione in studio.

Lo fa, anche se non nella maniera più brillante possibile, nell'intervista a distanza (con collegamento ostacolato da un problema tecnico, poi risolto) a Luigi Di Maio e Giancarlo Cancelleri, tra politica nazionale e regionale (ci sono le elezioni in Sicilia).

A Piazzapulita c’è tutto quel che ci deve essere nel giornalismo, quello vero: domande, seconde domande, reportage, dati, storie, confronti civili ma appassionati e cura produttiva. Complimenti.

Piazzapulita | Puntata 14 settembre 2017

  • 21.19

    Inizia la puntata.

  • 21.20

    Formigli racconta di essere tornato da pochi giorni in Italia dopo aver girato il reportage a Raqqa. Quindi annuncia gli altri temi della puntata.

  • 21.26

    Formigli: "Benvenuti alla nuova stagione di Piazzapulita". E parte, immediatamente, il reportage. Il giornalista intervista un ragazzino finito in carcere per essersi arruolato nell'Isis.

  • 21.30

    Si torna in studio. Formigli, in primo piano strettissimo, presenta la seconda parte del reportage, quello che mostra la distruzione di Raqqa.

  • 21.33

    Formigli incontra anche un combattente italiano.

  • 21.39

    Formigli: "Mai ho visto una città rasa al suolo come questa. Raqqa non esiste più, spianata dalle bombe americane".

  • 21.43

    Presentazione ospiti in studio. Formigli dà la parola per primo a Rampini.

  • 21.45

    Rampini si congratula con Formigli: "Fai del grande giornalismo. Giornalismo non è blaterare sui social. Tu rischi la pelle. Questo è giornalismo".

  • 21.55

    Parola poi a Jebreal e Porro (in collegamento).

  • 21.58

    In studio anche Loris De Filippi di Medici senza frontiere.

  • 21.59

    In onda le immagini che raccontano l'incontro di Formigli con le mogli dei combattenti dell'Isis.

  • 22.07

    Jebreal e Rampini si confrontano sulla critica femminista dell'Islam. La prima invita a non generalizzare sui musulmani.

  • 22.24

    Pubblicità.

  • 22.31

    Dopo la pubblicità, si sposta il focus della discussione sul ministro Minniti e su quello che sta avvenendo in Italia a proposito del tema immigrazione.

  • 22.43

    Rampini si dilunga. Jebreal non la prende benissimo: "Gli uomini bianchi dicono che le donne musulmane devono parlare, ma non abbiamo abbastanza spazio".

  • 22.49

    Scontro tra Porro e Jebreal. Il primo l'accusa provocatoriamente di essere sessista, la seconda di essere violento perché le urla contro.

  • 22.52

    Jebreal: "Sono in minoranza qui, unica donna musulmana di colore contro 3-4 uomini bianchi". Formigli: "Non fare la vittima".

  • 22.54

    Pubblicità.

  • 23.00

    Si torna in studio. Linda Giannattasio mostra i dati relativi a immigrazione, terrorismo e fisco.

  • 23.03

    Le immagini dello sgombero di Piazza Indipendenza.

  • 23.03

    In studio Tezeta Abraham, attrice africana arrivata in Italia quando aveva 5 anni.

  • 23.12

    Dopo due ore di trasmissione, ancora nessuna traccia di un politico in studio.

  • 23.19

    Formigli: "Colpo di scena clamoroso. Problema tecnico per il collegamento con Di Maio e Cancelleri".

  • 23.20

    Formigli spiega che, in attesa che si ristabilisca il collegamento con i due esponenti del M5S, si parlerà in studio di vaccini. Ospiti la giornalista Elisa Calessi, il professor Alberto Villani, Pierluigi Battista e Gianluigi Paragone. In onda un servizio.

  • 23.27

    Formigli annuncia che ora il collegamento con i due grillini è stato ripristinato.

  • 23.29

    Prima domanda a Di Maio proprio sui vaccini.

  • 23.30

    Cancelleri: "Sono e rimango il candidato del M5S per le Regionali siciliane".

  • 23.31

    Di Maio conferma che il candidato Premier del M5S annuncerà i nomi dei componenti della squadra di governo prima delle elezioni.

  • 23.37

    Calessi insiste sulla sospensione dell'esito delle regionarie del M5S in Sicilia.

  • 23.42

    Di Maio contro la "tecnica mediatica contro di noi per dimostrare che siamo incapaci".

  • 23.42

    Di Maio sostiene che la percezione del buon governo a Roma arriverà a fine anno. Ma si dice convinto che la Raggi stia amministrando bene riducendo i debiti del Comune.

  • 23.44

    Di Maio su Roma: "Vi chiediamo 5 anni di tempo per i risultati".

  • 23.45

    Di Maio: "Abbiamo sempre sbagliato in buonafede, non abbiamo mai rubato soldi agli italiani, anzi, li abbiamo restituiti".

  • 23.53

    Pubblicità.

  • 23.59

    Si torna a parlare di vaccini.

  • 00.02

    Paragone: "La grande stampa ha nascosto la manifestazione di Pesaro contro l'obbligo dei vaccini".

  • 00.05

    Formigli: "Sono a favore dei vaccini, ma trovo insopportabile che gli scienziati si incaxxino se qualcuno è critico o ha dubbi".

  • 00.09

    Paragone insiste sul fatto che non può essere la scienza a decidere più di una madre se un bambino debba essere vaccinato.

  • 00.13

    In onda un servizio sugli antivaccinisti.

  • 00.20

    In studio si aggiunge Ambra Fedrigo, mamma no vax: sua figlia è stata respinta dall'asilo.

  • 00.32

    In un servizio la storia di un 17enne, Andrea: i vaccini gli hanno provocato l'encefalopatia.

  • 00.39

    I genitori di Andrea hanno comunque deciso di vaccinare gli altri figli. In studio Angela, la mamma.

  • 00.40

    La signora Angela sui vaccini: "Sarebbe giusta la libera scelta".

  • 00.52

    Battista propone un Nobel per la signora Angela. Finisce la puntata. A breve la nostra recensione.

piazzapulita-logo.png

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera, giovedì 14 settembre 2017, con la prima puntata della settima stagione. Blogo seguirà l'intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 14 settembre 2017

Tra gli ospiti di Corrado Formigli Luigi Di Maio (M5S), Giancarlo Cancelleri (M5S), Rula Jebreal, Federico Rampini, Gianluigi Paragone, Nicola Porro e l'attrice Tezeta Abraham, attivista per i diritti degli immigrati.

In primo piano il reportage realizzato da Formigli a Raqqa, la capitale siriana dello Stato islamico, spazzata via dai combattimenti e dalle bombe americane. Si parlerà anche di vaccini.

Piazzapulita è un programma prodotto da Magnolia per La7, scritto da Corrado Formigli, Davide Bandiera, Mariano Cirino, Vittorio Zincone, Alessandra Frigo e Gemma Montinaro. Il produttore Magnolia è Flaminia Sacerdote. Curatore per La7, Francesco Del Gratta. La regia è di Fabio Calvi.

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

Tezeta

  • shares
  • Mail